Tennis: Australian Open, caos su via libera a giocatori non vaccinati

1 minuto di lettura

Lo Stato di Victoria non vuole concedere alcuna esenzione MELBOURNE (AUSTRALIA) (ITALPRESS) – A tre mesi dall'inizio degli Australian Open non è ancora chiaro se il vaccino anti-Covid sarà conditio sine qua non per andare in campo. Nei giorni scorsi, infatti, era circolata una mail inviata dalla Wta alle giocatrici in cui venivano comunicato che anche a chi non è vaccinato sarà consentito di entrare in Australia e giocare, a patto di osservare una quarantena di 14 giorni ed essere in possesso di un tampone negativo entro 72 ore dalla partenza. Una parziale conferma a riguardo è arrivata dallo stesso primo ministro australiano Scott Morrison, demandando però allo Stato di Victoria, dove si gioca lo Slam, il compito di chiedere un'esenzione per i giocatori non vaccinati. "Non ci sarà alcuna esenzione, lo dobbiamo a ogni nostro cittadino che ha fatto la cosa giusta vaccinandosi", è stata la risposta di Daniel Andrews, premier di Victoria, che ha poi aggiunto: "Non posso chiedere alle persone che vanno in tribuna o che lavorano nell'organizzazione di essere vaccinati mentre i giocatori non lo sono". Una posizione abbastanza netta, che mette sempre più in dubbio la presenza di Novak Djokovic, che sull'argomento vaccini è sempre stato sulla difensiva e che la scorsa settimana ha ammesso che, vista la situazione, potrebbe non andare a Melbourne. (ITALPRESS). glb/red 27-Ott-21 10:17

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Vaccino, Costa “Terza dose? Su ampliamento platea decida scienza”

Articolo successivo

Migranti, situazione fuori controllo. Draghi boccia i muri ma l’Italia è sola

0  0,00