Calcio: Champions.Conceiçao e Oliveira”Milan avversario forte e storico”

4 minuti di lettura

"Con l'Atletico sono stati sfortunati e contro di noi e il Liverpool hanno dimostrato il loro valore", dice il tecnico del Porto OPORTO (PORTOGALLO) (ITALPRESS) – All'andata la spuntò il Porto, con merito. Lo hanno riconosciuto sia Davide Calabria che Stefano Pioli, ma fin qui il Milan non è stato fortunato in Champions e spera che la sorte saldi il conto nel match di domani a San Siro contro il Porto di Sergio Conceiçao. "Una partita decisiva", dicono i rossoneri, ancora a 0 punti dopo tre partite e all'ultima chiamata per sperare ancora nella qualificazione agli ottavi. I portoghesi di punti ne hanno 4, come 'Atletico Madrid, e per difendere o migliorare la propria posizione devono lasciare San Siro con un risultato positivo. "Affrontiamo questa partita con le nostre caratteristiche, cercando di preparare al meglio la gara e provare a vincerla con le nostre qualità. Ogni partita è differente, ogni avversario è diverso – dice il tecnico del Porto -. Il Milan ha la sua storia e le sue qualità, l'atmosfera non sarà facile, ma è una partita tra due squadre di grande valore e noi amiamo giocare queste sfide, in questi palcoscenici. La formazione di Pioli ha segnato due gol in casa del Liverpool, con l'Atletico non meritava di perdere e anche contro di noi ha dimostrato il proprio valore". Pioli ha qualche dubbio di formazione, ma per Conceiçao cambia poco. "A prescindere da chi giocherà loro sono sempre fortissimi e sarà compito nostro batterci per prevalere a livello individuale e collettivo". Il tecnico del Porto conosce bene il calcio italiano, ha vissuto grandi stagioni con le maglie di Lazio, Parma e Inter e conosce la storia dei rossoneri. "Parliamo di un club che ha vinto sette Champions, ha una grande storia anche in Serie A e di recente ha vinto a Roma, contro una squadra molto forte e allenata da uno dei migliori al mondo – dice riferendosi al suo connazionale Josè Mourinho -. In questo girone non è facile vincere, loro sono stati sfortunati contro l'Atletico, ma hanno sempre dimostrato, anche in Champions, di essere un avversario di ottimo livello". Sulla stessa lunghezza d'onda anche il regista del Porto, Sergio Oliveira, ben consapevole della difficoltà di un match che il Milan non può sbagliare. "Stiamo parlando di una competizione intensa, in cui tutte le partite sono fondamentali. Affrontiamo squadre forti e complicate da battere, questa è la migliore competizione del mondo", dice sicuro il nazionale portoghese. "Abbiamo preparato questa gara con l'ambizione di vincere, sapendo che sarà una partita dura contro un avversario forte con molti ottimi giocatori", spiega il centrocampista dei Dragoni che sulla sua squadra dice: "In questo momento stiamo lavorando tanto, il mister ha nuove idee che stiamo cercando di mettere in pratica, mantenendo intensità sia a livello difensivo che offensivo. Non importa chi giocherà tra Bennacer e Tonali, abbiamo preparato la gara come quella d'andata, l'importante è rimanere concentrati". Per quanto riguarda l'infermeria, Sergio Conceiçao (che in conferenza ha elogiato i rossoneri Brahim Diaz, Leao, Kessie e Theo Hernadez), ha spiegato che non avrà a disposizione Wendel, mentre difficilmente ci saranno Marcano e Uribe: "In ogni caso partiranno tutti con noi", ha dichiarato il tecnico del Porto. (ITALPRESS). ari/red 02-Nov-21 15:53

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

La verità sul G20: perché è un flop Usa e Ue

Articolo successivo

Nasce Mercedes-Benz Lease Italia

0  0,00