Nba: Volano Sixers e Raptors, Gallinari e Hawks ko contro Brooklyn

3 minuti di lettura

Successi anche per Golden State, Dallas e Clippers NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – Le big cominciano a fare sul serio: vittorie per Philadelphia, Brooklyn, Dallas, Golden State e Clippers nella notte Nba. A Est quarto successo di fila per i Sixers, che trovano con Seth Curry (22 punti) a 10"7 dalla sirena il canestro decisivo contro Chicago (103-98). Joel Embiid torna in quintetto (18 punti, 9 rimbalzi e 7 assist), ai Bulls non bastano DeRozan (37 punti e 10 rimbalzi) e LaVine (27 punti). Inizia a ingranare anche Brooklyn, in serie positiva da tre partite: 117-108 con 32 punti di Kevin Durant, 13 dei quali nel 20-4 di fine terzo quarto che di fatto indirizza la gara. Ottime le prove anche di Harris (18 punti con sei triple) e Harden (16 punti e 11 assist), Hunter il migliore degli Hawks (26 punti) dove non brilla particolarmente Danilo Gallinari: 7 punti con 3/7 dal campo (1/4 dall'arco), tre rimbalzi e un assist in 16 minuti di impiego. Cinque vittorie nelle ultime cinque gare anche per Toronto (109-100 su Washington, 33 punti di Fred VanVleet) mentre New York sbatte contro Myles Turner: 25 punti con 7/10 da tre, e 13 rimbalzi nel 111-98 con cui Indiana manda al tappeto i Knicks (23 punti Barrett, 18+14 per Randle). Segnali di ripresa anche da Boston (92-79 su Orlando, decisivo il parziale di 18-1 a inizio terzo quarto) mentre continua a sorprendere Cleveland: 107-104 su Portland (terzo ko di fila, 26 punti per Lillard che manca però la tripla che poteva mandare la sfida all'overtime). Nei Cavs, al quarto successo nelle ultime sei gare, in doppia doppia Jarrett Allen (24 punti e 17 rimbalzi) e il rookie Evan Mobley (11+11). A Ovest Golden State supera 114-92 Charlotte: in ombra Stephen Curry (15 punti), a prendersi la scena è Jordan Poole, con la miglior prestazione stagionale (31 punti). Reduce dalla sconfitta con Miami, si rialza Dallas, che si aggiudica il derby texano con San Antonio (109-108, 31 punti e 10 rimbalzi per Brunson, 23+12 per Doncic) mentre Denver deve arrendersi per la seconda volta in stagione (108-106) a Memphis nonostante un Jokic da 34+11. I Grizzlies ringraziano Jaren Jackson Jr. (22 punti, 8 rimbalzi e 3 stoppate) e Ja Morant (18 punti). Il solito Paul George (32 punti e 8 assist), con l'aiuto di Reggie Jackson (29 punti) trascina i Clippers (126-115 su Minnesota), Pelicans sempre più alla deriva: con Sacramento (112-99) arriva l'ottavo ko su nove gare. (ITALPRESS). glb/red 04-Nov-21 08:20

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Esposto ad amianto al terremoto dell’Aquila: Vigile del Fuoco riconosciuto vittima del dovere

Articolo successivo

Piaggio, accordo con Autoliv per sviluppare airbag per scooter e moto

0  0,00