Nba: Golden State non si ferma, NY ribalta Milwaukee, vola Brooklyn

3 minuti di lettura

Successi nella notte anche per Clippers, Spurs e Blazers NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – I Warriors sono tornati a fare sul serio. Aspettando l'imminente rientro di Klay Thompson, Jordan Poole (26 punti) si conferma più di una spalla per Stephen Curry (19 punti) e Golden State spazza via New Orleans per 126-85, centrando la settima vittoria in otto gare, miglior partenza dal 10-1 della stagione 2018-19. Bene anche Gary Payton II con 17 punti, nei Pelicans – ancora orfani di Zion Williamson e appena un successo nelle prime dieci uscite stagionali – si salva il solo Valanciunas (20 punti). Restando a Ovest, una delle sorprese di questo avvio di regular-season è Sacramento (5-4), che batte Charlotte 140-110 facendo segnare il nuovo record di triple nella propria storia (22). Sugli scudi Richaun Holmes (23 punti e 20 rimbalzi), 26 punti per Buddy Hield (8/17 da tre) e 21 punti per De'Aaron Fox fra i Kings, che sognano un posto al sole. In risalita i Clippers, che rimontano da -20 e superano Minnesota 104-84 trascinati dai soliti Paul George (21 punti e 11 rimbalzi) e Reggie Jackson (20 punti di cui 14 nel secondo tempo) a cui si aggiunge un Ivica Zubac da 14+14 mentre Memphis va a sbattere contro una delle squadre più in forma a Est, Washington: 115-87 per i Wizards che spediscono sette giocatori in doppia cifra (Beal con 17 punti il migliore) e tengono i Grizzlies al 35% dal campo. Quarto successo consecutivo per Brooklyn: 96-90 su Detroit con 29 punti e 10 rimbalzi di Kevin Durant, James Harden in tripla doppia (15+10+10) e LaMarcus Aldridge a referto con 16 punti. Serataccia per i campioni in carica: Milwaukee butta via un vantaggio di 21 punti e cede per 113-98 a New York, dove brillano soprattutto Julius Randle (32 punti e 12 rimbalzi), Derrick Rose (23 punti in uscita dalla panchina) e RJ Barrett (20 punti). Ai Bucks non bastano i 25 punti di Antetokounmpo e la miglior prestazione stagionale di Grayson Allen (22 punti). Continua l'ottimo momento di Cleveland, che con un paio di liberi a 4"8 dalla sirena di Darius Garland beffa Toronto (102-101), mettendo fine alla striscia positiva dei canadesi che durava da cinque partite, mentre tornano alla vittoria San Antonio (102-89 su Orlando, 20 punti, 11 rimbalzi e 7 assist per Murray) e Portland (110-106 su Indiana, 27 punti per McCollum). (ITALPRESS). glb/red 06-Nov-21 09:11

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Conte “Ci batteremo sul Recovery al Sud, i sindaci vanno aiutati”

Articolo successivo

Calcio: Giroud “Francia? Resto a disposizione ma priorità è Milan”

0  0,00