Mondiali2022: Nazionale. Oriali “Euro2020 merito di Mancini e Vialli”

2 minuti di lettura

"Intitolare l'Olimpico a Paolo Rossi? Credo sia riconoscimento dovuto", dice il team manager azzurro FIRENZE (ITALPRESS) – "Io qui sono di casa. La prima volta che entrai fu nel 1967 e ho visto nascere e crescere la Nazionale, indossando la maglia azzurra dalla squadra Juniores a quella maggiore. Parlare della Nazionale significa parlare della mia vita, mi ha fatto crescere come uomo e calciatore, mi ha fatto togliere soddisfazioni nel 1982 e recentemente agli Europei con il contributo di Roberto Mancini e Gianluca Vialli che hanno dato forza, sicurezza e certezze al gruppo. Merito loro se siamo riusciti a raggiungere questo obiettivo". Lo ha detto il team manager della Nazionale italiana, Lele Oriali, nel corso della nuova della nuova App del Museo del calcio di Coverciano. "Prima di partire per gli Europei avevo detto, ritrovandoci in aula Magna a Coverciano, che bisognava rinverdire le foto che c'erano – ha aggiunto Oriali -. Lo abbiamo fatto e ogni volta che sento l'inno d'Italia mi emoziono come la prima volta. Mi sento fortunato e grato di essere ancora qui dopo tanti anni". Presenti anche il c.t. Roberto Mancini ed il capo delegazione azzurro, Gianluca Vialli. Dopo la vittoria del Mondiale in albergo "rimanemmo io, Zoff e Galli. Non riuscivamo a mettere a fuoco quello che si era riuscito a fare – ha proseguito Oriali -. Ce ne rendevamo conto quando chiamavamo i nostri familiari in Italia. La certezza di aver vinto il Mondiale l'abbiamo avuta rientrando in aereo col presidente Pertini, c'era un mare di gente ad accoglierci. Non eravamo partiti col favore del pronostico, anzi partimmo tra le critiche, poi è andata come è andata. Il Mondiale l'abbiamo vinto meritatamente, con il gioco e un gruppo coeso". Si parla della possibilità di intitolare a Paolo Rossi lo stadio 'Olimpico' di Roma. "Parlare di Paolo mi sembra che sia superfluo. Abbiamo avuto la fortuna di averlo come compagno di Nazionale e di club. Per quello che ha dimostrato e che ha fatto credo che sia un riconoscimento dovuto", ha concluso Oriali. (ITALPRESS). lc/ari/red 09-Nov-21 14:42

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Acqua Lete lancia una web serie con Frank Matano

Articolo successivo

Scuola e Università, torna a Genova il Salone “Orientamenti”

0  0,00