Calcio: Collauto “Con Roma gran Venezia, ma salvezza va conquistata”

3 minuti di lettura

“Zanetti oltre a essere un allenatore capace è una persona speciale”, dice il ds dei lagunari VENEZIA (ITALPRESS) – Domenica 7 la soddisfazione di una vittoria in rimonta contro una big, tre giorni dopo il 48esimo compleanno. Mattia Collauto si gode il bel momento, ma sa tiene i piedi ben piantati per terra nonostante l’entusiasmo non manchi e sia più che giustificato e lui, che da anni lavora per il club, lo sa meglio di chiunque altro. “Domenica, passeggiando a centrocampo dopo la partita, pensavo a quanto questa squadra di giovani ci rappresenti bene: sono sempre stati propositivi durante questi primi mesi di adattamento alla categoria, giocando a viso aperto contro tutti e venendo premiati con una vittoria bellissima contro la Roma – spiega il direttore sportivo degli arancioneroverdi -. Le difficoltà vere però le vedremo più avanti nel corso del campionato e il modo in cui le affronteremo, ci dirà quanto saremo adatti alla Serie A”. Il 3-2 contro i giallorossi è stato molto importante per la classifica, ma anche per il morale e la consapevolezza che la strada che il mister e i suoi ragazzi stanno percorrendo può essere quella giusta. ù “Quello contro la Roma è stato un risultato voluto, una partita nella quale ci siamo ripresi i punti che abbiamo perso per strada contro Spezia e Salernitana. Rendiamoci conto però che per raggiungere la salvezza, dovremo tentare di rivincere altre partite di questo tipo”, spiega Collauto che guardandosi intorno dice: “In questa Serie A vedo squadre organizzate ed evolute su un piano tecnico-tattico, ognuna con una propria identità ben marcata: non è un caso se nel corso di questa prima parte di campionato, abbiamo assististo a partite mai scontate fino all’ultimo minuto. Però i valori reali di ogni rosa li vedremo solo tra qualche mese, quindi noi dobbiamo pensare sempre e solo a noi stessi”. Capitolo Zanetti, Collauto spende belle parole per il tecnico che ha riportato in A i lagunari. “Oltre che essere un allenatore capace, è anche una persona speciale che riesce a tirare fuori il meglio da ognuno dei suoi giocatori. Sta valorizzando al meglio il materiale tecnico e umano a sua disposizione, adattandolo a diversi moduli rendendo la squadra camaleontica a seconda delle evenienze, non dimenticandoci inoltre di quei giocatori che non hanno ancora dimostrato il loro potenziale”, ha concluso Collauto. (ITALPRESS). ari/com 11-Nov-21 13:42

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Juventus. Infiammazione al tendine di Achille per Chiellini

Articolo successivo

John Legend, esce il nuovo singolo “You Deserve It All”

0  0,00