Calcio: Nazionale. Tonali “Azzurro un sogno che mi ha fatto crescere”

2 minuti di lettura

“Non dimenticherò mai il debutto in Nazionale A, una grande emozione”, dice il centrocampista del Milan ROMA (ITALPRESS) – L’inizio nell’oratorio del suo paese già a 5 anni, poi una crescita veloce, costante e prestigiosa. Sandro Tonali è il protagonista della rubrica “Generazione Azzurra” pubblicata sul sito della Figc e, durante l’intervista, il centrocampista del Milan racconta i suoi inizi, il percorso nelle giovanili azzurre, la prima chiamata in Nazionale, il significato della maglia azzurra e i suoi obiettivi per il futuro. “Le giovanili in azzurro rappresentano molto per me, mi hanno aiutato molto quando ho cominciato a giocare in prima squadra al Brescia in Serie B, è stato un grosso aiuto per me e per il mio club, perchè sono cresciuto molto, ho imparato a giocare con i grandi, il calcio internazionale è più avanti rispetto a quello dei club”. Tonali assicura di ricordare molto bene “la prima convocazione in Nazionale A, avevo fatto qualche ritiro con il mister, poi il 15 novembre è arrivata la mia prima presenza che non dimenticherò mai, è sempre un’emozione vestire la maglia della Nazionale, poi la prima volta diventa indimenticabile”. “La maglia azzurra significa tanto, è il sogno di ogni bambino che ama il calcio e che spera di poter giocare per la propria Nazionale, è una grande emozione, la cosa più bella per un calciatore”, sottolinea Tonali che non si sofferma molto su quello che verrà. “I miei obiettivi futuri sono chiari, ma tendo a non pensarci, preferisco concentrarmi su ogni stagione, è presto per pensare alla carriera in generale”, ha concluso il centrocampista del Milan. (ITALPRESS). ari/red 11-Nov-21 12:09

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Cobat, Morandi “L’economia circolare fa bene all’ambiente e al lavoro”

Articolo successivo

Calcio: Lazio. Lotito “Immobile stava bene, Sarri un maestro”

0  0,00