Tour Music Fest – The European Music Contest

7 minuti di lettura

Un giovane Ermal Meta, un esordiente Mahmood, Renzo Rubino e una giovanissima Sherol Dos Santos, e ancora Chiara Dello Iacovo, Micaela Foti, Jacopo Ratini, Federica Abbate, Loredana Errore, Renza Castelli e molti altri: nei suoi 15 anni di vita, il palco del Tour Music Fest – The European Music Contest -, il grande concorso europeo per cantanti, musicisti, rapper e dj emergenti, ha ospitato tanti degli aspiranti artisti che si sono poi affermati sulla scena italiana e non solo. Un caleidoscopio di maestranze e tendenze che, negli anni, ha saputo individuare le nuove sfumature della musica, evolvendosi con esse, creando un contesto musicale dove ogni anno trova spazio la musica del futuro.

Dopo un anno di stop in cui il TMF non si è fermato – bensì ha ripensato se stesso rinnovandosi in una dimensione ibrida tra un digitale inclusivo e che non lasciasse indietro nessuno, e gli appuntamenti di scouting live con cantanti band musicisti e i dj di tutta la penisola -, il festival torna finalmente dal vivo su un palco vero e proprio il 14 novembre 2021. Lo fa all’Auditorium del Massimo di Roma, a partire dalle 17.30, con un evento di quattro ore no-stop in cui sul palco si esibiranno le migliori proposte dell’anno, intercettate in un percorso lungo 10 mesi, tra New Classical, Etno Folk Classic, Pop urban, Jungle, Blues e molto altro.

Una finestra aperta sullo scenario italiano musicale dell’ultimo anno e mezzo, su quei giovani che hanno suonato, provato, creato e prodotto musica durante la pandemia, sfruttando mezzi digitali e di condivisione prima meno utilizzati e che ora hanno la voglia di mostrare a tutti, di nuovo live.

Presentati da Sara di Iacovo e Pierpaolo Laconi, a esibirsi e contendersi i premi per la finalissima del Tour Music Fest 2021, il 14 novembre all’Auditorium del Massimo saranno: nella Categoria Cantautori Doralia di Porto Sant’Elpidio, Fermo (Pop), Niki La Rosa di Livorno (Pop Cantautorale), Gioia di Roma (Pop Urban) e Narciso di Roma (Pop); nella Categoria Musicisti Nicolò Sasso di Bari (Etno Folk Classic): nella Categoria Rap Denny Loe di Torino, Wedra di Torino, G-Nota di Roma, Falce di Cumiana; nella Categoria DJ Dj Luxor di Sciacca, Agrigento (Urban), Stefano Venditti di Cerveteri (House), Nicostyle di Iglesias (EDM); nella Categoria Original Band i 4ther Muckers di Milano con il loro Alternative Rock; nella Categoria Musicisti – Batteria Sebastiano di Nepi, Viterbo (Prog Metal) e Owen di Vibo Valentia (Jungle); nella Categoria Junior Francesca di Napoli (Pop), Vio di Genova (Pop), Valerio di Roma (Pop Cantautorale) e Mimì di Usmate Velate, Monza (Blues); nella Categoria Interpreti Luce di Brusnengo di Biella (Pop), Martina di Roma (Pop), Sinera di Napoli (Pop) e Valentina Addabbo di Bari (Pop Soul); nella Categoria Musicisti – Pianisti Gabriele Braga di Nichelino, Torino (New Classic); nella Categoria DJ Producer Giorgina di Bergamo (Techno), Queemose di Salice Salentino, Lecce (Tech House) e Sino di Trento (Elettronica); nella Categoria Baby Dalila di Ascoli Piceno (Musical). Ospite live della serata, Renza Castelli che, reduce da XFactor, si è fatta conoscere proprio da palco del Tour Music Fest nel 2017.

A giudicare i finalisti, sarà come sempre una giuria d’eccellenza italiana e internazionale, presieduta da Mogol e composta da Kara DioGuardi (cantautrice americana, ex giudice di American idol e autrice di Pink, Demi Lovato e Laura Pausini), Massimo Varini e Dj David Morales (che in streaming comunicherà i vincitori della categoria DJ). Tantissimi i premi in palio, tra cui una borsa di studio per un corso di formazione al C.E.T. di MOGOL (Centro Europeo di Toscolano) per il Premio Mogol, un badget di 10.000 euro per l’organizzazione di un tour, la produzione di un singolo con post produzione agli Abbey Road studio di Londra offerta da Riunite, strumenti musicali offerti da Algam Eko, e sette giorni ad Ibiza per suonare in uno dei locali dell’Isola, ma anche borse di studio per i corsi di Berklee College of Music e premi produzione con l’etichetta discografica Noise Symphony.

Con i suoi oltre 120.000 artisti partecipanti dalla prima edizione a oggi, con 17400 entità artistiche (band,trio, duo e singoli) iscritte all’edizione 2020/2021, 2500 ore di consulenze online (smart Audition), 700 ore di live audition, 6500 Km percorsi, 13 città visitate con le selezioni dal vivo, il Tour Music Fest si conferma un unicum sulla scena italiana e non solo.

Dal 2007 presieduto da Mogol; unico contest italiano a vedere la collaborazione del Berklee College of Music, lanciato sulla scena internazionale come European Music Network e quindi diffuso con tappe live in cinque paesi europei – diventando così il primo festival musicale italiano a sbarcare nel vecchio continente – il cuore del Tour Music Fest lo fanno i quasi 10.000 artisti che ogni anno decidono di prendere (o riprendere) parte a quello che prima di un concorso è una grande casa della formazione musicale in cui ragazze e ragazzi aspiranti musicisti, cantanti e dj si confrontano con le maestranze dello spettacolo.

Appuntamento con la finalissima Tour Music Fest 2021, il 14 Novembre 2021, ore 17.30 Auditorium del Massimo (EUR) – Via Massimiliano Massimo, 1, Roma. Biglietti 15 € acquistabile sul sito tourmusicfest.it

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Hackers: come difendersi. Protezione, mitigazione o accettazione del rischio?

Articolo successivo

Legnano Basket, Sebastiano Bianchi è tornato a casa

0  0,00