/

I Social per l’inclusione, approfondimento a Digitale Italia

1 minuto di lettura

Mochi: ventimila richieste all’Asl Roma 1

In che modo i nuovi media possono contribuire a veicolare la comunicazione istituzionale, i social network possono favorire l’integrazione e l’inclusione sociale? A Digitale Italia nuova puntata dedicata ai temi della digitalizzazione, ospiti del format web di Aidr, Roberta Mochi –  Ufficio stampa Asl Roma 1 e Francesca Fiorino – dirigente AICS-socio Aidr. Al centro della puntata l’integrazione dei social network all’interno delle campagne di sensibilizzazione e di comunicazione istituzionale. “I social consentono di abbattere le distanze tra cittadini ed istituzioni – ha sottolineato nel corso del suo intervento Francesca Fiorino. Grazie alla capillarità e alla facilità di uso di questi mezzi, i messaggi riescono ad arrivare in maniera diretta. Diverse campagne di comunicazione e di disseminazione di buone pratiche promosse dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, sono state veicolate con successo proprio sui social network.  “I social network hanno contribuito a migliorare il rapporto tra cittadini e istituzioni, consentendo a queste ultime di mettersi in ascolto di tutte le fasce di popolazione.  Nel corso dell’ultimo anno all’Asl Roma 1 abbiamo registrato oltre ventimila primi accessi ai nostri centri veicolati da Facebook. Non si tratta solo di ragazzi, ma anche di persone anziane e senza fissa dimora”

Vedi la puntata qui https://www.aidr.it/condivisioni-virtuose-i-social-per-linclusione-sociale-video/

Ascolta la puntata qui https://www.aidr.it/condivisioni-virtuose-i-social-per-linclusione-sociale-podcast/

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Family Game VR di Mimosa Campironi. 
Teatro, Videogioco e Realtà Virtuale al femminile

Articolo successivo

Paquetà manda il Brasile in Qatar, ok Cile, gol Lapadula col Perù

0  0,00