Mondiali2022: Nazionale. Lippi”Non ci sono problemi,risultato arriverà”

2 minuti di lettura

"Magari con qualche sofferenza in più, ma l'Italia andrà ai Mondiali", dice l'ex ct azzurro VIAREGGIO (ITALPRESS) – "Resto fiducioso anche perchè quando si affronta una squadra forte come ha dimostrato di essere la Svizzera, il pareggio è un risultato che va messo in preventivo. C'è stata anche la possibilità di vincerla e di risolvere la pratica qualificazione, ma credo che questa Nazionale abbia comunque la forza per farcela, è una squadra che ha dimostrato di essere forte, di non subire contraccolpi psicologici, di essere sempre serena, l'allenatore e i giocatori sono persone intelligenti e sanno che, magari anche con qualche sofferenza in più, il risultato lo otterranno comunque". Marcello Lippi non ha dubbi: i campioni d'Europa al Mondiale del Qatar ci saranno. Piena fiducia nel gruppo azzurro e in Mancini, in generale in una Nazionale che nel doppio match con gli elvetici ha faticato a far gol. "Questa Italia non ha problemi, è a un passo dalla qualificazione ai Mondiale e ha vinto gli Europei, vi sembra una squadra con problemi? E' chiaro che non possa essere al massimo al 100% in tutti i reparti e in tutti i momenti della stagione", sottolinea Lippi che difende il reparto offensivo e sottolinea un altro grande merito di Mancini che, rispetto a lui, ha meno possibilità di scelta. "Gli attaccanti azzurri sono tutti bravi, ma poi in Nazionale bisogna confermare la crescita. I giovani ci sono e ricordo sempre che quando ero io il ct sceglievo sul 65% dei giocatori di A che erano italiani, adesso è il contrario, addirittura gli stranieri sono al 70%, nonostante questo ci sono ancora giovani bravi, ma la maglia della Nazionale pesa dieci chili in più rispetto alle altre", ha spiegato l'ex ct azzurro che non ha dubbi neanche su chi assegnare il Pallone d'Oro. "Ieri ha sbagliato il rigore, ma lo darei a Jorginho perchè non c'è una competizione che non abbia vinto. Ci sono grandissimi campioni che in carriera hanno vinto poco o nulla, altri che hanno vinto tantissimo e che per questo vanno premiati". (ITALPRESS). ari/red 13-Nov-21 14:58

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

The uneven Shorter: il nuovo album di Luca Mannutza

Articolo successivo

Pole di Martin a Valencia, Rossi in quarta fila

0  0,00