Al via asta charity per il Suzuki Burgman 400 personalizzato Van Orton

1 minuto di lettura

Uno scooter unico che è una vera opera d'arte e la stampa numero uno autografata dagli artisti. È questo il "bottino" che si aggiudicherà il 17 novembre chi vincerà l'asta lanciata da Suzuki sul sito CharityStars per il progetto ARThletes, che ha visto 4 illustratori italiani imprimere in quattro opere grafiche le doti dell'iconico Burgman con richiami a sport olimpici. Gianluca Folì, Riccardo Guasco, Francesco Poroli e i fratelli Van Orton, supportati da Lorenza Salamon, gallerista e curatrice del progetto, e Ale Giorgini, artista e coordinatore, si sono messi alla prova dando vita a 4 illustrazioni potenti ed eleganti diventate poi oggetto di un concorso social per decretarne il preferito della community. È stato lo schermitore dei Van Orton, con le sue linee marcate e i colori pop, a conquistare la livrea dell'iconico scooter della casa nipponica diventando un pezzo unico con anima charity. L'intero ricavato dell'asta sarà infatti devoluto alla Fondazione Matalon con sede a Milano, che fino al 17 novembre accoglie lo scooter in esposizione, come una vera e propria opera d'arte e che utilizzerà i proventi per sostenere e promuovere giovani artisti emergenti. (ITALPRESS). tvi/com 15-Nov-21 16:32

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Fontana “Lombardia contendibile? Parliamo di cose serie”

Articolo successivo

Ospedale Giglio di Cefalù, Galati riconfermato Direttore amministrativo

0  0,00