Mondiali2022: Portogallo. CR7 “Non siamo morti, non abbiamo scuse”

1 minuto di lettura

La stella dello United: "La qualificazione è ancora a portata di mano" ROMA (ITALPRESS) – Al fischio finale della partita persa contro la Serbia (1-2), Cristiano Ronaldo ha fatto nulla per camuffare la sua rabbia. Dopo essersi rifiutato di stringere la mano al tecnico Fernando Santos, ha ricordato che gli era stato negato un gol che embrava perfettamente valido nell'andata contro la Serbia. Un gol che avrebbe fatto la differenza e che avrebbe permesso al Portogallo di evitare gli spareggi di qualificazione ai Mondiali che nascondono sempre delle insidie. A poche ore dalla bruciante sconfitta, la stella del Manchester United ha parlato su Instagram: "Il calcio ci dimostra ancora che i percorsi più tortuosi a volte portano ai risultati più belli – le parole dell'ex fuoriclasse della Juventus – La partita di ieri è stata dura ma non siamo morti. Il nostro obiettivo di andare in Qatar è ancora a portata di mano e sappiamo cosa fare per raggiungerlo. Non abbiamo scuse. Sulla strada per il Qatar". (ITALPRESS). mc/red 15-Nov-21 12:20

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: De Siervo “Giocatori egoisti, nella crisi manca la loro parte”

Articolo successivo

Ginnastica: Grand Prix. Tutti i big in gara sabato 20 a Milano

0  0,00