Pari col Brasile, l’Argentina ai Mondiali

3 minuti di lettura

Perdono e rischiano di non qualificarsi per il Qatar Cile (espulso Vidal) e Uruguay ROMA (ITALPRESS) – Nessun gol incassato o realizzato, ma pass comunque staccato per il Qatar. L'Argentina di Messi (priva di Dybala ma con Lautaro Martinez, Correa, Romero e Molina) pareggia 0-0 con il Brasile all'Estadio del Bicentenario di San Juan e mette al sicuro la qualificazione, unendosi proprio alla Seleçao di Tite che aveva già ottenuto il biglietto per i Mondiali del 2022, dominando il girone con 11 vittorie e 2 pareggi in 13 partite. L'Albiceleste di Scaloni passa come seconda ed è al momento imbattuta con 8 successi e 5 pari. In campo nervi tesi, ma del resto la rivalità tra le due potenze del calcio sudamericano va avanti da sempre. Senza Neymar (ma con Vinicius Jr protagonista di grandi giocate, mentre Danilo era l'unico italiano in campo tra i verdeoro), il Brasile protesta per un presunto rigore non concesso per un fallo di Otamendi su Raphinha. Finisce 0-0, entrambe al Mondiale in netto anticipo, ma ci sono altre grandi che rischiano e che arrancano. E' il caso del Cile che perde 2-0 in casa contro l'Ecuador e paga a caro prezzo l'espulsione del centrocampista dell'Inter, Arturo Vidal, al 14° del primo tempo. Il giocatore nerazzurro si è scusato sui social, aggiungendo che nulla è perduto, ma con questa sconfitta la Roja scivola al sesto posto con 16 punti, mentre l'Ecuador vince (di Estupinan al 9° e Moises Caicedo al 93° le reti) ipoteca la qualificazione portandosi al terzo posto con 23 punti. Occupano la quarta piazza, l'ultima per la qualificazione diretta al Mondiale, Colombia e Perù. Cuadrado e compagni (in campo anche Ospina, Muriel e Zapata) non vanno oltre lo 0-0 casalingo con il Paraguay del ct argentino Schelotto (13 punti per l'Albirroja penultima) e vengono raggiunti a quota 17 dai peruviani che hanno vinto 2-1 sul campo del fanalino di coda Venezuela. A Caracas a sbloccare il risultato ci pensa l'attaccante del Benevento Gianluca Lapadula, poi Machis pareggia per i padroni di casa, ma al 65° Cueva sigla la rete del definitivo 1-2, mentre poco dopo ancora Machis sbaglia il rigore del 2-2 che avrebbe dato il pari alla Vinotinto del granata Rincon. Sedici punti come il Cile per l'Uruguay che incassa un'altra brutta sconfitta a La Paz in casa della Bolivia. Finisce 3-0 con la doppietta di Arce e la rete di Moreno e per la Celeste del 'maestro' Tabarez (in campo Caceres, Godin, Vecino, Nandez, Torreira e Bentancur) si complica il discorso qualificazione. Uruguay e Cile sono a -1 dal quinto posto che vale almeno lo spareggio. (ITALPRESS). ari/red 17-Nov-21 09:25

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Come ti ac(cop)po la Cop26. Cronaca di un fiasco in quattro parole

Articolo successivo

Covid, Speranza “Sfida non risolta, un errore abbassare la guardia”

0  0,00