Calcio: Italiano “Milan e Pioli grandi, Fiorentina imiti il mio Spezia”

6 minuti di lettura

Nella scorsa stagione il tecnico viola riuscì a battere i rossoneri alla guida della squadra ligure FIRENZE (ITALPRESS) – "La Fiorentina sta lavorando per avere un certo tipo di atteggiamento, di identità e di approccio. I ragazzi che domani andranno in campo lavorano da cinque mesi insieme e cercheranno soprattutto di limitare una squadra forte come il Milan, dobbiamo cercare di farlo nella maniera più corretta". E' un Vincenzo Italiano che si presenta alla vigilia della sfida casalinga con il Milan capolista con più preoccupazioni che fattori positivi, dal momento che la sosta del campionato gli ha consegnato diversi giocatori non al meglio della condizione. In più c'è la doppia defezione per squalifica dei difensori Milenkovic e Martinez Quarta e tutto questo fa sì che scelga di essere più che mai prudente, e non spavaldo, quantomeno a parole. "Affrontiamo una squadra che non ha ancora perso – ha aggiunto Italiano -. Il valore viene determinato soprattutto dalla classifica e dal ruolino di marcia. Il Milan è una squadra che sa fare tutto, noi invece nel momento in cui passiamo in svantaggio non abbiamo la convinzione e la forza di ribaltare il risultato. Si diventa una squadra vera, di valore e che si fa temere da tutti, quando si ha la forza di prendere il pallone ricominciare e rimediare a qualcosa di negativo". "Ci sono cose da migliorare, lavoriamo, stiamo cercando di avere un'identità forte, ci serve convinzione, credere in quello che si fa, cercare di essere tutti convinti di quello che si propone perché ciò porta a ottenere i risultati. Il Milan ha iniziato il suo percorso anni fa, noi invece abbiamo cominciato pochi mesi fa e cerchiamo di migliorare settimana dopo settimana". Proprio parlando dei prossimi avversari della Fiorentina e in particolare dell'allenatore rossonero, Italiano ha sottolineato: "Stefano Pioli è un allenatore che sta dimostrando un grande valore. Il Milan in questi ultimi anni si esprime a livelli grandiosi con qualità in tutto quello che fa, è una squadra aggressiva, che palleggia, che sa ripartire, che prende pochi gol, un gruppo consolidato. Questo penso che sia merito in gran parte dell'allenatore, dello staff e del lavoro che stanno portando avanti. Ho una grande ammirazione per Pioli, complimenti per quello che sta facendo, domani lo saluterò volentieri". Italiano la scorsa stagione il Milan lo ha battuto quando era tecnico dello Spezia. "Quella partita è stata straordinaria, l'ho rivista tantissime volte, anche pochi giorni fa – ha raccontato l'allenatore viola -. Penso che quando una squadra ha voglia di determinare e cercare di vincere le partite, se tutti quelli che scendono in campo sono convinti, può venir fuori quello che ha fatto lo Spezia. Ne ho parlato con i ragazzi, abbiamo anche visto dei dettagli di quella partita, si può parlare di tattica, di aggredire alto, basso, ma la grande percentuale di una partita di calcio è determinata dall'atteggiamento con cui va in campo, e quello determina anche le vittorie e indirizza le partite. Lo Spezia ebbe un atteggiamento battagliero, da squadra sfrontata, mise dentro una qualità incredibile, cosa che mi stupì e mi auguro che domani i giocatori della Fiorentina affrontino la partita nella stessa maniera perché solo così si può mettere in difficoltà una squadra imbattuta. Dipende tutto da noi, quello è scontato". Nel frattempo nelle ultime ore si sono inseguite voci di un possibile interessamento del fondo arabo Pif all'acquisizione della società. Italiano ha preferito glissare. "In ogni pre-partita si parla di nuove pretendenti per Vlahovic, oggi fortunatamente si parla d'altro. Sinceramente sono cose che non mi riguardano. Penso al campo, a quel che devo fare durante la settimana, non so cose rispondere a questa indiscrezione". Infine Italiano ha fatto il punto sulle condizioni di Nico Gonzalez, guarito dal Covid lo scorso week-end dopo oltre due settimane. Il tecnico ne ha escluso un possibile impiego contro il Milan dal 1'. "Non puo' in questo momento affrontare un'intera gara perche' ha fatto tre allenamenti dopo tanti giorni di inattività – ha concluso Italiano -. Lo stiamo recuperando piano piano, queste sono situazioni che richiedono grande attenzione perché a livello muscolare si possono creare dei danni. Lo stiamo mettendo a regime, è convocato, è della partita, poi vediamo cosa accadrà". (ITALPRESS). lc/ari/red 19-Nov-21 19:21

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Cinque schermi per ogni famiglia, il web cambia la televisione

Articolo successivo

L’Intelligenza Artificiale accelera lo sviluppo sostenibile

0  0,00