Show Curry contro Cleveland, ok Utah, Philadelphia si rialza

2 minuti di lettura

Clippers battuti da Memphis, altra sconfitta per Washington NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – Con uno Stephen Curry così, chi può fermare Golden State? I Warriors continuano a dettare legge, l'ultima vittima è Cleveland che si fa rimontare da +13 e cede 104-89. Protagonista assoluto Curry, che sigla 20 dei suoi 40 punti nell'ultimo quarto, con tre triple di fila (4/7 dall'arco nel quarto periodo) per un impressionante parziale di 36-8 che spazza via i Cavs. "Con Steph in campo, hai sempre una chance, è uno dei più grandi di sempre", lo esalta coach Kerr, che vede Golden State volare a 13-2. Restando a Ovest, non poteva fare debutto migliore in maglia Jazz Rudy Gay, reduce da un intervento al ginocchio: cinque triple e 20 punti complessivi in 18 minuti nel 119-103 su Toronto. Bene anche Mitchell (20 punti), O'Neale (16 punti) e Gobert (14 punti e 11 rimbalzi). Battuta d'arresto per i Clippers, battuti 120-108 da Memphis dove Ja Morant si scatena nel terzo quarto (17 punti dei 28 messi a referto) mentre a coach Lue stavolta non basta Paul George (23 punti e 6 assist). Denver, invece, va a sbattere contro Philadelphia che, seppur ancora rimaneggiata (ancora out Embiid oltre a Thybulle, Green e Simmons), torna al successo dopo cinque partite: 103-89. Al di là delle prestazioni offensive di Tyrese Maxey (22 punti) e Seth Curry (20 punti), i Sixers hanno trovato la chiave in difesa: Nikola Jokic ha chiuso con 30 punti, 10 rimbalzi e 7 assist ma sono solo 3 i punti messi a referto nel secondo tempo, con i Nuggets che incassano così il secondo ko di fila. E diventano due le sconfitte consecutive anche per Washington, superata 112-97 da Miami. A prendersi la scena è Jimmy Butler (32 punti con 11/19 dal campo e 10/10 dalla lunetta), che trova nel recuperato Adebayo un'ottima spalla (20 punti) allungando a quattro gare la striscia positiva degli Heat. Per i Wizards 30 punti di Beal e 19 di Kuzma. A completare il quadro delle gare giocate nella notte il 115-90 con cui Minnesota prevale su San Antonio: 25 punti e 12 rimbalzi per Towns, 22 punti per Russell e 21 per Beasley. Quarto ko in quattro gare per gli Spurs. (ITALPRESS). glb/red 19-Nov-21 08:59

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Covid, incidenza aumenta ma in lieve calo indice trasmissibilità

Articolo successivo

Imprese femminili, Milano e Bolzano ultime. Cagliari al top

0  0,00