Mazzarri “No tabelle, feroci col Sassuolo, Joao Pedro merita azzurro”

3 minuti di lettura

"Il Cagliari si è stancato di non raccogliere punti", dice il tecnico rossoblù CAGLIARI (ITALPRESS) – Qualche recupero, ma comunque le assenze non mancano e in più diversi giocatori sono reduci da lunghe trasferte in Sudamerica per gli impegni con le nazionali. Walter Mazzarri deve fare i conti con problemi che ha già affrontato da quando siede sulla panchina del Cagliari, ma deve preoccuparsi dei punti da mettere in una classifica fin qui deludente e preoccupante. Non ci saranno Diego Godin (affaticamento al flessore) e Diego Farias (fastidio al polpaccio). Out anche Ceter e Walukiewicz. Tornano a disposizione Dalbert e Keita. "Rivedere giocatori importanti è una cosa positiva, anche per cementare il gruppo a livello psicologico. Dalbert verrà con noi, lo porterò in panchina ma ha ancora bisogno di allenarsi per sentirsi al meglio; Keita si è allenato con noi per quindici giorni, non ha i 90' nelle gambe ma riaverlo a disposizione mi dà la possibilità di ampliare i margini di scelta". Un fattore importante dopo la settimana di sosta per gli impegni delle Nazionali che hanno complicato il lavoro di Mazzarri, così come di tanti altri allenatori. "I ragazzi che avevo a disposizione domenica scorsa hanno disputato un'amichevole in famiglia, con alcuni ragazzi della Primavera: sono andati a mille, sicuramente hanno beneficiato dei richiami – spiega il tecnico del Cagliari in conferenza stampa -. Purtroppo non è facile preparare una partita quando i giocatori rientrano in sede uno alla volta; ad esempio, gli uruguaiani hanno svolto un allenamento venerdì, stanchi per il viaggio, e poi sono tornati in campo oggi, a ridosso della partita. Mi dispiace non lavorare col gruppo al completo, non è possibile provare la tattica". Resta il fatto che bisogna migliorare una classifica che vede il Cagliari tristemente ultimo con 6 punti in 12 gare, bisogna cominciare a fare risultati con continuità. "Non ho mai fatto tabelle, ho sempre pensato partita per partita. Dovremo andare in campo pensando che il Sassuolo sia la formazione migliore del campionato, affrontarla in modo feroce in difesa, sviluppare l'azione per andare in gol, dimostrare organizzazione. Credo che la squadra si sia stancata di non raccogliere punti. Bisogna fare delle buone prestazioni quando sarà possibile e ottenere buoni risultati", sottolinea Mazzarri che conclude commentando le voci della settimana su Joao Pedro in azzurro. "Per noi sarebbe una grande soddisfazione, penso che si meriti ampiamente la convocazione. Ha doti tecniche indiscusse e si sacrifica per la squadra". (ITALPRESS). ari/com 20-Nov-21 14:36

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Covid, Di Maio “Non vogliamo chiudere a Natale, serve vaccinarsi”

Articolo successivo

Spalletti “Inter fortissima, gara a viso aperto”

0  0,00