Calcio: Serie A. Allegri”Bravi i nostri giovani,Agnelli sempre presente”

2 minuti di lettura

"Ha ragione Chiellini, la Juve ci ha dato tanto, ora tocca a noi dare", le parole del tecnico bianconero SALERNO (ITALPRESS) – "La squadra ha fatto una buona prestazione su un campo difficile, nel secondo tempo abbiamo rischiato qualcosa. Avremmo potuto fare più gol". Queste le parole di Massimiliano Allegri ai microfoni di Dazn dopo il successo della sua Juventus per 2-0 sul campo della Salernitana. "Arrivavamo da una sconfitta con l'Atalanta. Come ha detto Chiellini, la Juventus ci ha dato tanto e ora tocca a noi dare qualcosa. Abbiamo gestito bene la palla. In campo c'erano tanti giovani, che avrebbero potuto subire la pressione e invece sono stati bravi. Le vittorie fanno bene a tutti. In campionato siamo in ritardo perché abbiamo perso 11 punti. Kulusevski può solo che migliorare, con l'aiuto anche dei giocatori più esperti. Giocare appena 3 giorni dopo la sconfitta con l'Atalanta è stato un bene. In questi momenti è importante semplificare le cose. Ieri abbiamo lavorato sulla partita, oggi sull'aspetto mentale". Infine, una considerazione sulla società, alle prese con l'inchiesta della Procura di Torino. "C'è grande presenza della presidenza come sempre. Noi dobbiamo fare la nostra parte in campo. Il presidente mi ha chiesto di tornare a far parte di un progetto di squadra meno esperta rispetto a quella che aveva lasciato. Passano le persone, ma il dna della Juve rimarrà sempre. Poi ci sono momenti in cui si vince di più e altri meno. Questa è una bellissima sfida che ho accettato, consapevole che vincere tutti gli anni è impossibile – sottolinea Allegri -. Siamo consapevoli di essere in ritardo in campionato, ma sono convinto che con il tempo che avremo ora per lavorare ritroveremo delle certezze". (ITALPRESS) lov/ari/red 30-Nov-21 23:22

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Pari senza reti al ‘Bentegodi’, Verona-Cagliari 0-0

Articolo successivo

Dati e illusioni, il paradosso della conoscenza

0  0,00