Phoenix vince ancora, Lakers ok senza LeBron James

2 minuti di lettura

I Suns battono Golden State e conquistano il 17° successo di fila. King James fermato dal protocollo anti-Covid NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – Chi aspettava i "guerrieri" di Steph Curry per fermare la striscia positiva dei Suns, si sbagliava. Phoenix vince ancora, batte Golden State 104-96 e conquista la 17esima vittoria consecutiva, agganciando i rivali in testa alla classifica del gruppo Ovest. Deandre Ayton e Chris Paul sono determinanti con due doppie doppie da 24 punti e 11 rimbalzi il primo, da 15 punti e 11 assist il secondo. In doppia cifra anche Crowder e Booker nel quintetto iniziale (14 e 10 punti), dalla panchina ne arrivano 14 da Johnson. Match equilibrato come era lecito aspettarsi, a far la differenza la capacità dei Suns di bloccare Curry, a referto con soli 12 punti, 3 rimbalzi e 2 assist, numeri che non si addicono al 30 dei Warriors. Il miglior realizzatore degli ospiti è Poole con 28 punti, Porter Jr ne fa 16, Wiggins 10. In tutto cinque le gare giocate nella notte Nba. Da registrare anche la vittoria dei Lakers che, privi di LeBron James, bloccato dal protocollo anti-Covid (potrebbe restare fuori per 10 giorni in attesa che i tamponi facciano chiarezza sulla sua condizione), battono 117-92 i Kings. In tre superano quota 20 punti. Ne fanno 25 Davis, 23 Westbrook e 22 Monk dalla panchina, così come dalla panchina arrivano la doppia doppia da 12 punti e 13 rimbalzi di Howard e i 14 punti di Anthony. A Sacramento non bastano i 27 punti di Holmes, i 17 di Fox e i 14 (con 11 rimbalzi) di Metu. Vincono anche Nets (112-110 sui Knicks con 34 punti, 10 rimbalzi e 8 assist di James Harden), Grizzlies (98-91 contro i Raptors con 25 punti per Jaren Jackson Jr) e Portland Trail Blazers (110-92 sui Pistons con 29 punti per CJ McCollum). (ITALPRESS). ari/red 01-Dic-21 09:33

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Venezuela. L’argentino Josè Pekerman nuovo commissario tecnico

Articolo successivo

Omicron, parla Tarro: “Variante nota da mesi, perché non c’è da avere paura”

0  0,00