Figc: Gravina “Il calcio fa bene al Paese, serve riforma”

1 minuto di lettura

"Il nostro sport è un patrimonio di interesse, passione, entusiasmo e contributo economico", spiega il presidente federale ROMA (ITALPRESS) – "L'Europeo è stato un successo organizzativo straordinario, nonostante le restrizioni causate dal Covid. Il calcio fa bene al Paese, fa bene all'Italia". A dichiararlo è Gabriele Gravina, presidente della Federcalcio, durante la presentazione del bilancio integrato 2020 in Campidoglio. "Mentre gli azzurri vincevano in campo dimostrando al Paese cosa significhi la coesione e il gruppo, fuori dal campo c'era una squadra organizzata che ha dato una bella immagine, dimostrando l'importanza di questo evento". Gravina ha citato inoltre i danni causati dalla pandemia sul sistema calcio: "Con 22 milioni di spettatori persi, la perdita di 245 mila tesserati, l'impatto negativo di 1,1 miliardi si è reso necessario un intervento senza precedenti da parte della Federazione. Questo bilancio verifica e fotografa quanto il calcio sia importante per l'Italia: un patrimonio di interesse, passione, entusiasmo e contributo economico". Nel futuro c'è una riforma da attuare: "Per continuare a recitare un ruolo importante, il calcio ha bisogno di riforma articolata che lo proietti nel futuro. Affinché il nostro sport sia sempre più virtuoso, sostenibile e accattivante" ha concluso il numero uno del calcio italiano. (ITALPRESS). spf/ari/red 02-Dic-21 12:20

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Fastweb per un futuro più green di Bari, 3.000 alberi piantati in 3 anni

Articolo successivo

Calcio: Figc. Sostegno al sistema per 50 milioni e impatto sul pil -18%

0  0,00