Carabinieri, calendario Cites 2022 a difesa delle specie protette

3 minuti di lettura

ROMA (ITALPRESS) – Promuovere un rapporto consapevole con la natura e l'uso sostenibile delle risorse naturali. E' questo da sempre l'obiettivo del calendario Cites dell'Arma dei Carabinieri. Dodici mesi contraddistinti da immagini di alta qualità e dal forte potere attrattivo, ritraenti alcune specie simbolo del dramma della minaccia di estinzione delle specie. Il calendario è stato presentato, al Rettorato de La Sapienza. "La Cites attualmente coinvolge 183 paesi con lo scopo di regolamentare il commercio delle specie protette con l'obiettivo di combattere lo sfruttamento commerciale, che rappresenta la prima causa di estinzione, con un indotto stimato 23 miliardi dollari l'anno" ha detto la Rettrice, Antonella Polimeni "siamo lieti, come ateneo, di ospitare questo evento che testimonia la collaborazione tra la Sapienza e l'Arma dei Carabinieri. La realizzazione di questo calendario ha visto il coinvolgimento di alcuni docenti del nostro dipartimento per evidenziare il valore di 12 specie di flora e fauna, calendario che sarà diffuso in tutte le scuole. Questa 14 esima edizione rappresenta una best practicie di assoluta rilevanza. Un focus sulle specie in via di estinzione". Il comandante delle Unità forestali ambientali e agroalimentari dei Carabinieri, Antonio Marzo ha spiegato che si tratta di "un progetto nuovo sia come veste grafica, sia come contenuti, uno strumento utile per diffondere un messaggio importante. Ci siamo basati sul principio che il calendario possa essere un veicolo di educazione ambientale che deve arrivare ai giovani, agli studenti, la natura deve diventare oggetto dell'etica. Il tema ambientale e della difesa della natura è molto attuale, noi ci sentiamo un po' portatori di questo messaggio". Le foto sono arricchite a da "pillole" sul grado e la natura della minaccia in natura, su alcune curiosità e sull'azione del servizio Cites dell'Arma. Il tema centrale dell'edizione 2022 riguarda la valenza che alcune specie animali e vegetali protette hanno sul patrimonio culturale dell' uomo, sotto l'aspetto storico, simbolico e antropologico. Una loro eventuale estinzione determinerebbe, oltre ad una perdita incalcolabile in termini di biodiversità, anche un ulteriore grave impoverimento di natura culturale. Il calendario è stato realizzato grazie alla collaborazione del dipartimento di Storia Antropologia Religioni Arte Spettacolo della Facoltà di Lettere e Filosofia della Sapienza-Università di Roma. I docenti hanno elaborato spunti storiografici, culturali ed antropologici che aiutano a capire l'importanza della presenza di animali e piante nella vita dell'uomo. Il calendario Cites è stato realizzato per la prima volta nel 2008 e le tavole illustrate raccontano le molteplici attività che le unità specializzate dell'Arma dei Carabinieri svolgono in attuazione della Convenzione di Washington. (ITALPRESS). ror/mgg/red 03-Dic-21 13:10

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

La Salute Vien Mangiando – Ecco perché il colon è un secondo cervello

Articolo successivo

Un asterisco contro le discriminazioni di genere

0  0,00