Calcio: Mihajlovic “In crescita ma ancora margini, mantenere equilibrio”

3 minuti di lettura

Recuperato De Silvestri, niente Fiorentina per Arnautovic BOLOGNA (ITALPRESS) – "È giusta l'euforia ma dobbiamo avere un equilibrio, non possiamo vivere in un ascensore emozionale". Veste i panni del pompiere Sinisa Mihajlovic, alla vigilia di un Bologna-Fiorentina dal profumo d'Europa. Le due squadre sono appaiate a quota 24 assieme alla Juve e i felsinei hanno raccolto quattro vittorie nelle ultime cinque gare. "Quando ci sono momenti belli come questo l'euforia sale molto ma va messa dentro un serbatoio, a cui attingere quando le cose non andranno bene – avverte il tecnico – Siamo al 40% del campionato, mancano ancora tante partite. L'euforia va bene ma va gestita, la classifica è buona ma corta: se fai qualche risultato negativo, torni più sotto. Bisogna pensare partita per partita, concentrati, con lucidità e serenità". Dall'altro lato, però, Mihajlovic non nasconde la soddisfazione per il percorso dei suoi ragazzi. "Stiamo dimostrando che stiamo crescendo, che abbiamo un gruppo maturo, con personalità. Si può sempre migliorare, ed è quello che stiamo cercando di fare, abbiamo ancora dei margini anche se non si può migliorare all'infinito. Ma più cresci, più hai ambizione, più fai risultati". Mihajlovic spegne sul nascere qualsiasi polemica sulla designazione di Irrati, fiorentino di nascita ("non è un problema, spesso non so neanche chi arbitra, non mi interessa più di tanto. Non possiamo perdere le energie su cose che non possiamo controllare, l'importante è che un arbitro sia in buona fede, poi tutti possono sbagliare") e avverte che quella contro i viola sarà "tutta un'altra partita rispetto alla Roma. Loro giocano con ritmi più alti, sono più aggressivi, più intensi, ma ogni modo di giocare ha pregi e difetti. Dobbiamo essere bravi nella fase difensiva e quando abbiamo la palla fare certe cose cercando di sfruttare i loro difetti. Vlahovic? Sono contento per lui, è uno con gli attributi, non a caso viene dalla Serbia… Ha rabbia, ha fame, non si accontenta, sta facendo bene, ma non abbiamo paura. Cercheremo di ingabbiarlo bene anche se non sarà facile". Recuperato De Silvestri, mancherà Arnautovic anche se per l'attaccante austriaco sembra scongiurato il lungo stop. "Domani non ci sarà, sente ancora fastidio. Non si è stirato ma sente dolore. Per noi è un giocatore importante, preferisco fargli saltare una partita che poi perderlo per qualche mese. Spero di recuperarlo per la prossima. Quelli che giocheranno, comunque, faranno bene, c'è una bella atmosfera, c'è fiducia, dobbiamo cavalcare l'onda ma mantenendo l'equilibrio". (ITALPRESS). glb/red 04-Dic-21 13:02

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Università, Messa “Problema valorizzazione dei nostri laureati”

Articolo successivo

Calcio: Psg. Donnarumma “No problemi con Navas, Ibra importante per me”

0  0,00