Calcio: Empoli. Andreazzoli “Utopico pensare eliminare tutti difetti”

4 minuti di lettura

Il tecnico dell'Empoli: "La squadra sa sempre come interpretare la partita" EMPOLI (ITALPRESS) – Dopo il pari col Torino l'Empoli torna in campo contro l'Udinese, al Castellani, con l'obiettivo di stupire ancora. E di migliorarsi ogni giorno, come spiega alla vigilia del match il tecnico degli azzurri Aurelio Andreazzoli. "La squadra sa sempre come interpretare la partita, siamo contenti di questo – dice Andreazzoli – anche se lo dobbiamo fare in maniera sempre più compiuta. Noto che siamo un po' indietro su alcuni dettagli. Per questo abbiamo bisogno di molta applicazione, ma questa caratteristica devo dire che ci fa ben sperare per il futuro. Proveremo a migliorare i nostri difetti, anche se è un po' utopico che si possano eliminare tutti". Al Castellani arriva una squadra come l'Udinese, reduce da un pareggio pirotecnico con la Lazio e con diverse assenze. "Non c'è una gara che temo meno o più di altre – spiega il mister toscano – Abbiamo visto le ultime tre che erano gare particolari, con Torino e Verona che un po' si assomigliano per caratteristiche. L'Udinese ha un modo di interpretare le partite ancora più particolare, ma come conosciamo noi le loro caratteristiche le conoscono tutti. Dobbiamo trovare le contromisure giuste, se riusciremo a farlo, questo dimostrerà che abbiamo fatto ulteriori passi in avanti. Vogliamo completare un percorso di maturazione che sapevamo di dover affrontare". Dubbi di formazione per l'ex allenatore di Roma e Genoa, che ha abbondanza di scelta. "Sono tutti a disposizione – spiega – I ragazzi stanno lavorando molto, il segreto è avere le idee chiare e trasmetterle ai giocatori che devono essere disponibili a partecipare al lavoro di squadra. La Mantia? Le occasioni i calciatori se le costruiscono di giorno in giorno, non è che le cose cambiano con un gol. Nascono da lontano e Andrea le sta coltivando da tempo, ormai. Gli auguro di completarle il più possibile e mi auguro di dargli questa soddisfazione. Ce ne sarebbero altri meritevoli, per me fare la formazione iniziale e poi metterci mano non mi dai mai la possibilità di dare soddisfazione a tutti. E questo mi crea un po' di rammarico". Proprio La Mantia ha segnato due dei gol di testa arrivati col toro. Un'arma in più da sfruttare. "La realtà è che ognuno ha un abito in cui si trova meglio – conclude Andreazzoli – e probabilmente noi ci troviamo meglio giocando con la palla a terra. Ma la necessità è sfruttare anche i corner e i calci da fermo, siamo una delle squadre che ne batte di più e fino ad ora non avevamo raggiunto buoni risultati. Siamo soddisfatti, alcune situazioni devono essere cercate più spesso, lo abbiamo fatto anche in questa settimana e speriamo di poter migliorare anche dal punto di vista dei numeri". (ITALPRESS). mar/mc/red 05-Dic-21 14:21

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Al TH Carpegna Palace un party per la aiutare Maria Antonietta

Articolo successivo

Bologna-Fiorentina 2-3, ai viola il derby dell’Appennino

0  0,00