Harden ko con i suoi Nets a Houston, Utah vince ancora

3 minuti di lettura

In tutto 13 gare nella notte Nba. Vincono anche i Nuggets trascinati dai 39 punti di Nikola Jokic NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – L'emozione di tornare a casa da avversario l'aveva già vissuta, ma il video-tributo che i "suoi" gli hanno dedicato (ma durante il match più di qualche fischio è arrivato) è stato l'unico momento da ricordare per James Harden. I suoi Nets, infatti, escono sconfitti dal parquet dei Rockets che si impongono 114-104 continuando a sorprendere e mettendo in fila la settima vittoria consecutiva sulle 8 complessive, mentre sono ben 16 quelle perse in un avvio di stagione disastroso. Dalla panchina ne fa 18 Theis, poi va in doppia cifra tutto il quintetto iniziale: Gordon è il più prolifico e ne fa 21, 19 per Mathews, 14 Brooks, 12 con 15 rimbalzi per Wood, si ferma a 10 Tate. Dall'altra parte il "Barba" il suo lo fa mettendo a referto 25 punti, 11 rimbalzi e 8 assist, ma non basta a Brooklyn che paga le assenze di Kevin Durant e LaMarcus Aldridge. In tutto 13 le partite disputate nella notte italiana. Ancora una vittoria per Utah che vince largamente (136-104) in casa dei Minnesota Timberwolves con Donovan Mitchell che mette a referto 36 punti, mentre ne fa 21 Bogdanovic. Dalla panchina arrivano i 18 di Clarkson, ma da segnalare c'è anche la doppia doppia di Gobert con 13 punti e 10 rimbalzi. Per i padroni di casa sono 22 i punti di Towns, 18 quelli di Edwards. A trascinare i Nuggets nella vittoria all'overtime sul parquet dei Pelicans (120-114) è Nikola Jokic che fa registrare una tripla doppia da 39 punti, 11 rimbalzi e altrettanti assist. Una prestazione strepitosa, nonostante New Orleans se la giochi fino alla fine e anche di più sorretta dai 27 punti e 11 rimbalzi di Jonas Valanciunas. Nel ricchissimo programma notturno vincono anche Philadelphia (110-106 contro gli Hornets con 32 punti per Joel Embiid), Cavaliers (115-92 sui Bulls con 24 punti per Garland), Wizards (119-116 sui Pistons con 26 punti per Kuzma), Pacers (122-102 sui Knicks con 21 punti e 11 rimbalzi per Sabonis), Heat (113-104 sui Bucks con 28 punti per Martin), Thunder (110-109 sui Raptors con 26 punti per Shai Gilgeous-Alexander), Mavericks (104-96 sui Grizzlies con 26 punti per Jackson Jr), Warriors (104-94 sui Blazers con 22 punti per Curry), Kings (142-130 sui Magic con 33 punti per De'Aaron Fox) e Clippers (114-111 contro i Celtics con 27 punti per Boston Jr e nonostante la doppia doppia da 29 punti e 10 rimbalzi per Jayson Tatum). (ITALPRESS). ari/red 09-Dic-21 09:28

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Zaki “Grazie a chi mi ha sostenuto, sono felice”

Articolo successivo

Calcio: Conference. Nota Rennes “Rinvio match deciso dal Tottenham”

0  0,00