Calcio: Cagliari. Mazzarri “No a tabelle, martoriati dagli infortuni”

3 minuti di lettura

Il tecnico dei sardi: "Contro l'Inter dobbiamo lasciare tutto sul campo" CAGLIARI (ITALPRESS) – "Al di là di chi gioca, penso che la squadra abbia cambiato atteggiamento a livello collettivo. Stiamo imparando a rimanere alti più possibile, arretrando solo quando l'avversario ci costringe. Difendiamo da squadra e ci muoviamo più compatti, stiamo trovando sicuramente dei meccanismi e consolidando alcune certezze. Non voglio parlare di moduli, di titolari o altro, ciò che conta sarà l'attenzione che avremo nelle varie situazioni, soprattutto quelle dove dobbiamo migliorare come quando abbiamo la palla tra i piedi, siamo in uscita e serve qualità, a maggior ragione contro avversari forti come l'Inter". Walter Mazzarri è pronto domani a dare filo da torcere ai campioni d'Italia, in un ottimo momento di forma e in piena lotta per il titolo. Il suo Cagliari, invece, stenta ancora, anche se il mister toscano, grande ex dell'incontro, non si avventura in previsioni. "Fare tabelle, parlare di punti previsti e scenari futuri non ha senso – spiega in conferenza stampa l'allenatore dei rossoblù – Personalmente guardo alla partita che c'è dietro l'angolo, che è sempre la più importante, da affrontare al massimo e come un match decisivo. Il percorso si vede e si valuta mentre lo si compie, non ho mai fatto calcoli, non lo faccio ora che la classifica è deficitaria, così come non mi piacevano quando la situazione delle mie squadre era più serena". Privo di Nandez per un fastidio ai flessori alla coscia destra, Mazzarri ammette che "questa squadra è stata martoriata dagli infortuni, quando devi recuperare da uno stop più o meno lungo fai fatica a giocare partite ravvicinate, il minutaggio è forzatamente ridotto, ti trovi in situazioni complicate un po' come quando sei a inizio stagione in piena preparazione. Abbiamo pagato dazio, ora ci alleniamo meglio, con più continuità a livello di rosa, gli errori sono stati più di attenzione, di dettaglio. Stiamo progredendo, nelle ultime quattro gare abbiamo fatto punti, solo a Verona non abbiamo segnato, contro una squadra che fa tantissimi gol. Noi dobbiamo segnare una rete più degli altri, così si vincono le partite e si muovono passi decisi verso l'obiettivo". L'Inter di queste ultime performance sembra avere pochi punti deboli: "Loro sono bravissimi nel palleggio e in ogni reparto. Dovremo lasciare tutto sul campo, cercando intensità e applicazione con e senza palla. Difficile dire quanto riusciremo a pressare alti, dipenderà anche dall'avversario, noi dovremo essere bravi nelle fasi di transizione, attiva e passiva. Dobbiamo maturare, evitando errori banali che sin qui ci sono costati cari". (ITALPRESS). mc/red 11-Dic-21 14:32

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Torino. Cairo “Juric top,mai pentito di aver comprato i granata”

Articolo successivo

Spalletti “Il mio Napoli disponibile e intelligente”

0  0,00