Tennis: Atp. 351^ settimana da leader per Djokovic, azzurri stabili

3 minuti di lettura

Berrettini e Sinner chiudono l'anno saldamente nella top 10 ROMA (ITALPRESS) – Con il circuito maggiore fermo dopo le Atp Finals di Torino e anche l'attività challenger e ITF ormai agli sgoccioli, può considerarsi "end season" la classifica ai piani alti (l'unica variazione nella Top 100 è alla casella 97), con la grande soddisfazione per l'Italtennis di chiudere il 2021 con due suoi esponenti nell'elite del tennis mondiale. In vetta c'è Novak Djokovic, che termina per la settima volta l'anno sul trono (un record): il 34enne serbo, diventato numero 1 del mondo per la prima volta il 4 luglio 2011 e al suo quinto periodo in cima al ranking, dopo aver strappato a Roger Federer il record all-time porta a 351 le sue settimane complessive da numero 1. Sono sempre 2900 i punti di vantaggio sul russo Daniil Medvedev, avvicinato dal tedesco Alexander Zverev che dopo il trionfo nel Masters è a 800 punti dalla seconda poltrona, dove non si è mai accomodato prima. Quindi al quarto posto il greco Stefanos Tsitsipas, tre settimane fa operatosi al gomito destro, a precedere il russo Andrey Rublev, seguito dallo spagnolo Rafa Nadal (a sua volta allunga la striscia record a 847 settimane consecutive in top ten) atteso al rientro nell'esibizione ad Abu Dhabi dopo aver chiuso con largo anticipo la sua stagione. Poi, stabile in settima posizione, Matteo Berrettini, che a causa di un nuovo infortunio agli addominali ha dovuto dire addio ai sogni di gloria alle ATP Finals e rinunciare anche alla Coppa Davis, sempre distanziato di 307 punti dal mancino di Manacor. All'ottavo posto (a 408 punti dall'azzurro) il norvegese Casper Ruud, semifinalista a Torino, seguito dal polacco Hubert Hurkacz, con a chiudere l'elite del circuito mondiale appunto Jannik Sinner, a coronamento di un'annata da protagonista, anche in Davis, per il 20enne di Sesto Pusteria. Nessuna variazione anche per gli altri azzurri: Lorenzo Sonego è al 27° posto, Fabio Fognini 37°, Lorenzo Musetti al numero 59 e Gianluca Mager al 62° posto. Stabili anche Stefano Travaglia alla casella 78, Marco Cecchinato (100°) e Andreas Seppi al numero 102 (sono otto quindi gli azzurri fra i primi cento e quindici complessivamente nei primi duecento del ranking). (ITALPRESS). mc/com 13-Dic-21 11:14

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

SAN NICOLADA: ecco il drink del Natale 2021

Articolo successivo

Calcio: Reggina. Esonerato il tecnico Aglietti

0  0,00