Pechino2022: Bach “Cio non può risolvere i problemi politici del mondo”

1 minuto di lettura

"Esagerato pensare che un'Olimpiade possa cambiare il sistema politico di un Paese" BERLINO (GERMANIA) (ITALPRESS) – "L'idea che i Giochi Olimpici possano cambiare il sistema politico di un Paese è assolutamente esagerata. Non è nostra responsabilità risolvere i problemi politici del mondo". A parlare, in un'intervista concessa ieri sera alla Zdf, è il presidente del Cio, Thomas Bach, in vista dell'Olimpiade invernale in programma nel febbraio 2022 a Pechino. "Quello che è successo negli anni a livello politico non rientra nella nostra sfera di influenza, non si può dare la colpa al Cio e ritenerlo responsabile di qualcosa che una o due generazioni di politici non sono riusciti a fare, noi siamo responsabili dei Giochi Olimpici", ha aggiunto il dirigente tedesco, che non teme un boicottaggio diplomatico di massa ("Paesi come Usa, Gran Bretagna e Australia hanno deciso così, ma il 70-80% dei Paesi che saranno presenti con i loro comitati olimpici non hanno preso questa posizione") e assicura: "Il diritto alla libera informazione ed espressione è garantito". Infine, sul fronte Covid, aggiunge: "Si sono accorciati i tempi di attesa negli aeroporti, il trasporto degli atleti al villaggio olimpico e le condizioni di quarantena sono migliorate. A Pechino avremo una bolla in cui ci si sentirà molto al sicuro dato che tutti lì sono stati vaccinati o saranno stati in quarantena per 21 giorni". (ITALPRESS). glb/red 15-Dic-21 11:14

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Agrifood Magazine – 15/12/2021

Articolo successivo

Vento di Bulgaria ad Europa in Musica

0  0,00