Calcio: Sarri sfida il Genoa “L’Europa il limite della Lazio”

3 minuti di lettura

"Qui sto bene e vorrei rimanere", dice il tecnico biancoceleste ROMA (ITALPRESS) – Maurizio Sarri ridimensiona la sua Lazio e le ambizioni della sua squadra alla vigilia del match contro il Genoa all'Olimpico (venerdì, ore 18:45). Chiede di "non esagerare" sull'obiettivo quarto posto "perché la Lazio ha fatto la Champions League un solo anno, in un momento storico in cui Milan e Inter non c'erano". Ma soprattutto individua nella gestione fisica dell'impegno europeo ("Ci sta tritando") il grande limite della sua squadra, quello "che fa "la differenza tra la squadra forte e la squadra normale". La Lazio, reduce dal secondo posto dei gironi di Europa League, dovrà vedersela col Porto al playoff: "Squadra forte, una delle migliori tra quelle presenti nell'urna – è il primo commento dal giorno del sorteggio – Ma col regolamento attuale era difficile trovare una squadra debole. Però ora la mia testa è solo rivolta al Genoa". La buona notizia riguarda l'infermeria che si è svuotata. Anche gli ultimi dubbi su Luis Alberto, Zaccagni e Pedro stanno per cadere: "Ieri hanno svolto quasi tutto l'allenamento con la squadra, sembrano tutti in grado di recuperare. È un problema risolvibile". Tutti disponibili, ma i dubbi di formazione contro la squadra di Shevchenko non mancano. Luis Alberto è in ballottaggio con Basic, uno dei tre giocatori citati (Zaccagni e Pedro gli altri due) dal tecnico per l'ottimo momento di forma. Rischia quindi Felipe Anderson in attacco, mentre la difesa è già fatta in attesa del mercato: Marusic, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj. L'argomento legato ai rinforzi della sessione invernale è solo sfiorato, il tecnico però traccia le linee guida: "L'obiettivo è costruire una squadra giovane destinata a crescere nel tempo svolgendo un percorso", e promette: "Qui alla Lazio sto bene e ci vorrei rimanere". C'è quindi la conferma alle parole di Lotito che durante la cena di Natale aveva annunciato il rinnovo del tecnico. Ora sotto l'albero, Sarri vuole trovare sei punti tra Genoa e Venezia, due avversari abbordabili. Magari per ritrovare l'abbraccio del proprio pubblico (domani previsti poco più di 5.000 tifosi): "Se la squadra farà bene, il pubblico tornerà allo stadio. L'affluenza all'Olimpico è una conseguenza del nostro rendimento". (ITALPRESS). spf/ari/red 16-Dic-21 15:22

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Premier League. Ufficiale, Leicester-Tottenham rinviata

Articolo successivo

Al Giglio di Cefalù “L’albero delle idee” dei pazienti oncologici

0  0,00