Calcio: Uefa al lavoro su Fpf, al via anche candidature Europei 2032

4 minuti di lettura

Ceferin: "Fair-play finanziario va adattato ai tempi, troveremo un accordo" NYON (SVIZZERA) (ITALPRESS) – Sostenibilità, nuovo fair-play finanziario ma anche novità sulle candidature per gli Europei del 2028 e del 2032. Tanti i temi al centro dell'Esecutivo Uefa che si è riunito oggi in videoconferenza e che ha approvato la nuova "Strategia Sostenibilità Calcio 2030 – 'Strength through Unity'". Si tratta di un impegno a lungo termine da parte della Uefa che, in stretta collaborazione con vari portatori di interesse, le consentirà di ispirare, attivare e accelerare un'azione collettiva su pratiche di responsabilità sociale e rispetto dell'ambiente nel contesto del calcio europeo. L'Esecutivo è stato anche aggiornato sul piano di ripresa del calcio europeo per club, che cerca di utilizzare i proventi delle competizioni Uefa come garanzia per consentire ai club di avere liquidità nei prossimi anni. Il programma di finanziamento non prevede scambi di azioni per le competizioni continentali per club e, su richiesta e in consultazione con l'Eca, la Uefa ha cercato metodi per alleggerire parte delle differenze di incassi dovute al Covid-19, fornendo allo stesso tempo una soluzione di finanziamento sostenibile e a lungo termine ai club. Partendo da un importo iniziale circa due miliardi di euro, il programma di finanziamento dovrebbe crescere nel tempo. All'Esecutivo sono stati forniti anche degli aggiornamenti "sulle regole del fair play finanziario e sulla necessità di rivederle, per affrontare le nuove sfide e aumentare la sostenibilità finanziaria dei club europei pesantemente colpiti dalla pandemia. È stato proposto un pacchetto di misure per garantire la sostenibilità finanziaria del settore tenendo conto della nuova realtà calcistica. Le consultazioni con tutte le parti interessate sono tuttora in corso". "Ne stiamo discutendo con le Leghe e continueremo a farlo perchè bisogna cambiare – ha confermato il presidente della Uefa, Aleksander Ceferin – Tutte le parti sono interessate e unite in questa direzione, bisogna adattarsi ai nuovi tempi e sono ottimista sugli accordi che troveremo perchè è qualcosa di importante per tutti". Abolita la regola dei gol in trasferta anche agli spareggi di Nations League di marzo e a quelli per l'Europeo Under 21 2021-23 in programma a settembre mentre per ciò che riguarda gli Europei maschili, la Uefa lancerà a breve la procedura di gara per Euro2032, in parallelo con l'edizione 2028, "invitando le 55 federazioni nazionali a presentare le loro candidature". "La decisione – si legge in una nota Uefa – segue l'apertura delle candidature per Euro2028 lanciata a settembre di quest'anno e punta ad aiutare le federazioni a modellare i loro piani di sviluppo a lungo termine nei rispettivi paesi e a fornire maggiori certezze ai partner e ai detentori dei diritti". Capitolo futsal: assegnata al Portogallo la fase finale degli Europei femminili del prossimo marzo, in primavera invece le Finals di Champions si giocheranno all'Arena Riga, in Lettonia. L'Esecutivo si ritroverà a Nyon il 22 marzo 2022. (ITALPRESS). glb/red 16-Dic-21 16:24

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Di Lorenzo “Ko con Empoli brucia, riscatto a San Siro col Milan”

Articolo successivo

Canottaggio, Abbagnale “Buoni risultati, vogliamo coinvolgere i bimbi”

0  0,00