Calcio: Klopp “Nessun vantaggio in fermare Premier per coronavirus”

2 minuti di lettura

"Quando si dovrebbero recuperare le giornate?", si chiede il tecnico dei Reds LIVERPOOL (INGHILTERRA) (ITALPRESS) – Fermare la Premier League alla luce della risalita dei contagi non è una grande idea. È quello che pensa Jurgen Klopp, secondo il quale sarebbe poi troppo complicato recuperare il terreno perduto. "Non sono contro uno stop del campionato ma non ne vedo il vantaggio. Bisognerebbe fermarlo per una o due settimane, per cinque o sei giornate, ma poi quando le giochi? Capisco che è difficile continuare a giocare perchè via via i giocatori vanno contraendo il virus ma si può fare, utilizzando anche i ragazzi delle giovanili. Il problema è che non si può fare ogni tre giorni con rose ridotte". Klopp chiede poi maggiore trasparenza in materia di Covid: "Noi non abbiamo niente da nascondere. Se qualcuno ha la febbre e me lo chiedete, dirò che ha la febbre. Se qualcuno si è rotto un dito, dirò che si è rotto un dito. Penso che uno scambio di informazioni potrebbe essere utile". E a questo proposito, sulla positività di Van Dijk, Fabinho e Jones, lasciati fuori dalla gara di ieri sera col Newcastle, Klopp premette che "non è ancora confermata. Questo virus è intorno a noi da così tanto tempo che è probabile che i casi di positività possano aumentare anche se i ragazzi non hanno molto tempo libero e occasioni per contrarlo, sono completamente vaccinati, due di loro hanno già fatto la terza dose ma può succedere. Abbiamo ottime possibilità che possano superarlo da asintomatici. Finora non hanno avuto nessun sintomo, erano più sorpresi di noi di essere positivi ma è una situazione che va accettata e lo facciamo". (ITALPRESS). glb/red 17-Dic-21 14:45

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Conad consolida la leadership nella Gdo, nel 2021 fatturato +6%

Articolo successivo

Covid, Mingozzi (PwC): “Omicron e inflazione minaccia per la ripresa”

0  0,00