Calcio: Zanetti “Samp mi ha impressionato ma non faremo gara difensiva”

5 minuti di lettura

"Il caso Salernitana? La solita storia all'italiana", commenta con amarezza VENEZIA (ITALPRESS) – Paolo Zanetti è bello carico per la trasferta di Genova contro la Sampdoria. Vuoi per la bella prova contro la Juventus, vuoi per il passaggio di turno in Coppa Italia contro la Ternana, fatto sta che si toglie subito qualche sassolino dalla scarpa. E torna alla gara di martedì contro gli umbri, scuotendo qualche giocatore. "Dalla partita ho avuto buoni spunti ma non chissà cosa. Ci sono alibi per chi ha giocato, per qualcuno questi devono finire presto: siamo a dicembre ed è arrivato il momento di dimostrare di far parte di questa avventura. Mi è piaciuto di più Sigurdsson. Contro la Ternana ho cambiato undici giocatori e per Marassi mi serve gente fresca" spiega Zanetti. Dunque per la sfida in Liguria ci saranno diversi cambi e torneranno molti di quelli considerati come titolari. E si aspetta un avversario in forma, come dimostrano i recenti risultati con le vittorie nel derby contro il Genoa e il Torino in coppa. Però è pure un avversario che lascia giocare gli altri. "Sono molto forti, mi hanno impressionato, stanno bene, sono migliorati, compatti, e nelle ripartenze sono micidiali. Non so se giocheranno allo stesso modo, magari contro di noi vorranno fare la gara. Sono fisici, aggressivi, duellanti e coprono bene gli spazi – prosegue il tecnico dei lagunari – L'attacco è di qualità con Gabbiadini, Quagliarella, Caputo, Candreva, Verre ma sono forti in tutti i reparti. Sarà un incontro difficile. In settimana ho provato delle cose ma dobbiamo fare la corsa su noi stessi. Non possiamo guardare gli organici altrui, altrimenti pare di partire già battuti. Invece abbiamo dimostrato che non sempre è così. Come sempre chiedo aggressività, con la mentalità giusta e pronti a duellare. Non voglio fare una gara difensiva, dobbiamo cercare di colpirli e fare gol" spiega Zanetti. Sull'aumento di gol subiti non è preoccupato. "Abbiamo affrontato Inter. Atalanta e Juve e sappiamo com'è andata contro il Verona. Queste gare ci hanno scombussolato i numeri ma abbiamo preso più coraggio in avanti, anche se non sono del tutto contento: andiamo ancora avanti a fase alterne. Anche le dirette concorrente faticano a non subire gol con le grandi. E capita pure all'estero, non solo in Italia". Zanetti parla pure della questione Salernitana, con la probabile proroga a fine stagione per trovare un nuovo acquirente e non il 31 dicembre come si diceva all'inizio. E non è tenero. "Quanto succede fuori dal campo non è il mio lavoro, non voglio giudicare. Faccio un discorso logico: era prevedibile che potesse andare così. È stata iscritta una squadra ma non si poteva fare per regolamento, sono stati dati dei termini, non so se saranno rispettati e ora si pensa a salvare la faccia e la regolarità del campionato. Si tratta di un capitolo particolare, 'all'italiana' lo definisco, e non ci si può sorprendere oggi: si doveva mettere in conto. Ho grande rispetto per tutta la Salernitana e per la sua tifoseria meravigliosa; mi auguro solo che continui ad avere un futuro in palcoscenici importanti perché li merita" spiega il tecnico. Sul fronte della formazione, Molinaro è convocato ma ha preso una botta e sarà valutato qualche ora prima della gara: se starà bene, il posto sarà suo. Non dovesse farcela, sarebbero schierati Ebuehi e Mazzocchi, con uno dei due che sarebbe dirottato sulla sinistra. Haps ha un piccolo problema muscolare. Recuperato, invece, Vacca ma con un'autonomia di un tempo limitata ed è difficile che possa partire titolare: favorito Ampadu. Riguardo l'attacco, confermato il tridente visto delle ultime esibizioni, complice pure l'assenza di Okereke, che potrebbe recuperare per la gara di mercoledì contro la Lazio. Non convocato Modolo per un fastidio all'adduttore. (ITALPRESS). rag/glb/red 18-Dic-21 16:04

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Italiano “Sassuolo grande qualità, ma noi non vogliamo fermarci”

Articolo successivo

La Roma vince a Bergamo, 4-1 all’Atalanta

0  0,00