Calcio: Uefa. Ceferin “Difesa Sport europeo nostro grande successo 2021”

5 minuti di lettura

"La Superlega ha minacciato i valori che stanno al centro della nostra missione", dice il presidente Uefa NYON (SVIZZERA) (ITALPRESS) – Un anno intenso, lunghissimo, non semplice, ma alla fine il bilancio di Aleksander Ceferin è più che positivo, soprattutto se pensa alla minaccia smontata in pochi giorni. La Superlega è stata considerata come un rischio per il calcio del Vecchio Continente ed è aver vinto, almeno per il momento, la battaglia quel che più inorgoglisce il numero 1 della Uefa. "Ripensando a un anno indimenticabile per la UEFA e la comunità del calcio europeo, è difficile individuare il nostro più grande traguardo – scrive Ceferin in una lettera pubblicata sul sito della Confederazione del calcio europeo -. La lista dei "vincitori" è semplicemente troppo lunga. I capitani di club e nazionali hanno alzato trofei Uefa in non meno di sette competizioni: Euro2020, Nations League, Champions maschile e femminile, Europa League, Campionato Europeo Under 21 e Futsal Champions League. I nuovi cicli delle competizioni per club hanno creato una situazione vantaggiosa sia per il calcio femminile che per quello maschile. I cambiamenti radicali al format della Women's Champions League ne hanno aumentato notevolmente l'equilibrio competitivo, l'esposizione e il prestigio, mentre la nuova Europa Conference League ha reso le nostre competizioni maschili più inclusive, con diversi club impegnati per loro prima volta sul palcoscenico europeo". Ceferin non dimentica le difficoltà legate al Covid che hanno messo a dura prova il mondo e di conseguenza anche il calcio che, secondo il presidente Uefa "si è preso le sue vittorie durante la pandemia: in primo luogo, grazie all'organizzazione di tantissime partite per tutto l'anno nonostante le regole sanitarie cambiassero di continuo; in secondo luogo, dimostrando che i tifosi potevano tornare tranquillamente negli stadi. Negli ultimi 12 mesi, ogni membro della nostra comunità ha dato un contributo significativo a questi straordinari successi: federazioni, giocatori, leghe, club, allenatori, ufficiali di gara, tifosi, nostri partner e media. Tuttavia – sottolinea Ceferin introducendo il discorso Superlega -, il nostro risultato più importante merita un maggiore riconoscimento: proteggere il modello sportivo europeo, che ispira la missione della Uefa, delle federazioni affiliate e di molte altre organizzazioni sportive. Basato su una struttura piramidale, che collega il calcio di base ai club d'élite, il modello funziona su una doppia premessa. Non solo i proventi delle competizioni professionistiche vengono reinvestiti nel calcio, ma i club vengono anche promossi o retrocessi per meriti sportivi". "Poche organizzazioni incarnano i valori del modello sportivo europeo più della Uefa. Ogni quattro anni, il nostro Campionato Europeo permette di investire una grande percentuale delle entrate in progetti di sviluppo di tutto il continente attraverso il programma HatTrick – prosegue Ceferin -. Nel ciclo 2020-24, 775,5 milioni di euro di entrate di Euro2020 andranno a beneficio di tutta la piramide calcistica: dalla formazione degli allenatori di calcio maschile e femminile, al sostegno dei club di base, alla formazione di giovani talenti che sognano di partecipare alle future edizioni degli Europei. Allo stesso modo, l'impegno del modello verso la concorrenza aperta è stato un fattore chiave per la nascita dell'Europa Conference League. Ora, a tutte le 55 federazioni nazionali è garantita la rappresentanza in almeno una competizione Uefa a stagione. Il tentativo dello scorso aprile di creare una "superlega" chiusa, che si prefiggeva solo di riempire i conti bancari di alcuni club, ha minacciato i valori che stanno al centro del modello sportivo europeo e della missione della Uefa. La sua fine, guidata dalla condanna politica e popolare di tutto il continente, è stata la nostra vittoria più significativa e comune del 2021". Ceferin chiude il suo discorso di fine anno esprimendo il suo "personale ringraziamento" a tutti quelli che sono stati "con la Uefa in un momento così difficile. Il vostro sostegno ha fatto sì che tutti i nostri traguardi, negli anni a venire, continueranno a creare un futuro sostenibile per il calcio in Europa". (ITALPRESS). ari/com 23-Dic-21 17:28

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Mattarella consegna il tricolore agli alfieri di Pechino2022

Articolo successivo

Calcio: Perugia, Santopadre “Volevamo giocare ma accettiamo decisione”

0  0,00