F.1: Sainz “Datemi Ferrari come un razzo e batto Hamilton e Verstappen”

3 minuti di lettura

"Finire davanti a Leclerc? Qualcosa di simbolico ma anche importante" MADRID (SPAGNA) (ITALPRESS) – "Battere Hamilton e Verstappen? Con la stessa macchina si può ma in questa stagione erano fra gli otto decimi e il secondo più veloci nel giro secco e voglio pensare che a livello di guida non ci siano più di 2-3 decimi. Per quanto bravo puoi essere o per quanto tu possa essere in giornata, così non li batti. Spero che nel 2022 sia tutto più equilibrato". Intervenuto a "El Hormiguero 3.0" assieme al padre a cui è stata dedicata un documentario a puntate, Carlos Sainz parla della sua prima stagione in Ferrari ma guarda già al 2022, dove spera di fare un ulteriore passo in avanti. Nella stagione che si è appena conclusa si è però tolto la soddisfazione di chiudere la classifica iridata davanti al compagno di squadra, Leclerc: "Non so se questo cambi il mio status in Ferrari ma in Formula Uno è importante fare meglio dell'altro che ha la tua stessa macchina perchè è l'unico con cui puoi fare davvero un confronto, per cui è stato qualcosa di simbolico ma anche importante. Ma alla Ferrari quest'anno interessava il terzo posto nel Costruttori, a prescidendere di quale pilota fosse davanti all'altro. Alla Ferrari non c'è una prima guida e si è visto". Vivere l'atmosfera di Maranello è un'esperienza unica. "Non lo nego, essere un pilota Ferrari è bello. La Ferrari è un altro livello. Dovunque vai nel mondo, ci sono i tifosi, c'è passione", ammette Sainz, che ha anche parlato a margine di un evento organizzato dal suo sponsor a Madrid. "Un bilancio del 2021? Mi sento ben realizzato, mi sono posto obiettivi ambiziosi a inizio stagione e li ho centrati, ho chiuso l'anno con buoni risultati. Da metà stagione sentivo di avere una macchina più adatta a me. All'inizio ho faticato a capire il degrado delle gomme e di conseguenza quale strategia adottare, ma gara dopo gara le cose sono migliorate, anche le qualifiche e così è stato più semplice". E per il 2022 il desiderio è chiaro: "lottare davanti, per vincere, per il titolo. Chiedo solo che la macchina vada come un razzo per stare davanti, il resto ce lo metto io, mi adatto bene a qualunque macchina. Rinnovo? Dovremo sederci e parlare con calma ma sono contento alla Ferrari, credo lo siano anche loro, un accordo si troverà". Infine, tornando all'infuocato finale di stagione che ha visto Hamilton nei panni dello sconfitto, al possibile ritiro del sette volte iridato non crede molto: "Spero di no, voglio continuare a gareggiare contro di lui, è uno dei migliori di sempre". (ITALPRESS). glb/red 23-Dic-21 18:19

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Mercedes me e Mercedes PRO si fondono

Articolo successivo

Pnrr, Draghi “Serve un impegno quotidiano fino al 2026”

0  0,00