Quirinale, Renzi “Non inseguiamo interessi di bottega”

1 minuto di lettura

ROMA (ITALPRESS) – "Sul Quirinale leggo i soliti retroscena di chi diceva che, nel 2015, avrei scelto il nome del Presidente con Berlusconi e di chi, nel 2021, diceva che avrei chiuso con Conte per un ministero in più. Questi profeti del nostro tempo dicono che io voglio fare l'ago della bilancia. Eppure è semplice da capire: se avessi voluto fare l'ago della bilancia, non avrei mai lavorato per il Governo Draghi ma avrei, al contrario, fatto nascere il Conte Ter, dove saremmo stati ben più incisivi e numericamente rilevanti". Lo scrive il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, nella sua e-News. "Non l'ho fatto perché noi di Italia Viva prima pensiamo al Paese, poi al nostro interesse di parte – prosegue -. E così accadrà anche stavolta: saremo impegnati per garantire un quadro istituzionale utile all'Italia, non a inseguire interessi di bottega. Molti degli acuti osservatori che scrivono di me, per adesso, non hanno azzeccato una sola previsione sulle mie scelte: chissà, magari è la volta buona che indovinano. Ma mentre loro si dilettano a parlare di noi, noi occupiamoci del Paese". (ITALPRESS). sat/com 28-Dic-21 15:40

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Dalla Banca Europea fondo da 500 mln per il turismo

Articolo successivo

Doppio trapianto fegato-polmoni per un 16enne

0  0,00