Premio Federico Maggia 2022

1 minuto di lettura

IMPARARE DAL TERRITORIO. GIOVANI PROGETTISTI FABBRICANO SPAZI DI CONOSCENZA: AL VIA IL BANDO DEL PREMIO MAGGIA 2022

La Fondazione Sella, con gli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri di Biella, lancia l’ottava edizione (la quarta nazionale) del Premio intitolato alla memoria dell’ingegnere architetto biellese Federico Maggia. Fino al 18 febbraio sono aperte le selezioni per entrare nella rosa dei 10 gruppi di progettisti under 30 che quest’anno si misureranno con il tema dell’educazione diffusa, dell’apprendimento e della conoscenza del territorio.

Il Premio è riservato a gruppi da 2 a 4 membri laureati in Ingegneria ed Architettura nati dopo il 18 febbraio 1992, residenti in Italia. Il bando di concorso è scaricabile dal sito www.premiofedericomaggia.it

Il comitato di selezione, presieduto da Mercedes Daguerre, individuerà i 10 partecipanti entro il 28 febbraio.

L’edizione 2022 del Premio, a cura di Federico Tranfa, intende promuovere il confronto tra giovani progettisti non solo stimolando nuove visioni sugli spazi industriali biellesi, come era avvenuto nelle edizioni passate, ma lasciando in eredità al territorio manufatti costruiti, utili e utilizzabili che favoriscano relazioni inedite, azioni condivise e strategie immersive di appropriazione territoriale.

La giuria di questa edizione, che proclamerà i vincitori il 16 giugno (il Premio Maggia 2022 del valore di 10.000 euro e due menzioni), è stata scelta in forte coerenza con il tema dell’educazione e della sostenibilità: presidente è Luciano Pia, mentre gli altri membri sono Sandy Attia, Michel Carlana, Tullia Iori, Flavio Mangione, Martino Pedrozzi e Mariano Zanon.

Gli elaborati di progetto saranno esposti in una mostra che verrà allestita in una sede dedicata all’interno del Lanificio Maurizio Sella dal 16 giugno al 31 luglio e pubblicati in un catalogo.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

L’Inter ai quarti di Coppa Italia, battuto l’Empoli dopo 120′

Articolo successivo

Palazzo delle Esposizioni: in arrivo il Festival Punti di vista

0  0,00