La magia dei ciliegi giapponesi sbarca a Torino grazie a Suzuki

2 minuti di lettura

TORINO (ITALPRESS) – La magia dei ciliegi giapponesi in fiore è arrivata anche a Torino. Suzuki, che da sempre ha la sua "casa" italiana in Piemonte, ha infatti donato al comune 25 "sakura", la pianta che è il simbolo stesso del Giappone, rappresentando rinascita e bellezza dell'esistenza. Gli splendidi ciliegi, che possono arrivare fino a 12 metri di altezza, verranno posizionati a completare i filari perimetrali degli alberi già presenti nel giardino Piredda, area verde di circa 25mila mq compresa tra corso Rosselli, via Isonzo e via Issiglio, nel territorio della Circoscrizione 3. L'iniziativa è legata al Green Friday Suzuki dello scorso 26 novembre, che ha permesso di piantare tanti altri splendidi ciliegi giapponesi in numerose altre zone d'Italia. I concessionari della rete Suzuki hanno infatti aderito e hanno piantato almeno un sakura nelle loro città. Il bosco diffuso così creato si prevede determinerà un abbattimento totale annuo stimato in più di 3500kg di Co2. Inoltre, Suzuki si è impegnata a destinare anche parte del fatturato delle divisioni Auto, Moto e Marine per l'acquisto di ulteriori ciliegi. "Ogni nostro atto determina il futuro del pianeta, nel bene e nel male. Il contributo odierno di Suzuki, che con la tecnologia Suzuki Hybrid è protagonista della mobilità sostenibile, ci fa riflettere sugli sforzi da compiere ogni giorno per preservare l'ambiente e il pianeta in cui viviamo" ha ricordato a margine della piantumazione dei primi sakura avvenuta oggi, Massimo Nalli, presidente di Suzuki Italia. "Ispirandoci ai valori tradizionali della cultura giapponese, rispettiamo il pianeta, le regole e i principi che stanno alla base della convivenza civile. I fiori di ciliegio sono il simbolo di benessere, di armonia interiore e di equilibrio con l'universo che ci circonda" ha aggiunto. "Ringrazio Suzuki Italia per questa donazione, testimonianza di un impegno concreto verso l'ambiente e di grande attenzione verso la nostra città" ha commentato l'assessore al verde pubblico, Francesco Tresso. Anche a livello globale, l'impegno verso l'ambiente di Suzuki Motor Corporation è in forte crescita. A novembre 2020 la casa giapponese ha annunciato la Suzuki Environmental Vision 2050, che affronta molteplici tematiche ambientali stabilendo obiettivi e ipotizzando sin da ora un'evoluzione funzionale al loro raggiungimento. Focus sull'approvvigionamento delle materie prime, l'impiego di energie rinnovabili, la riduzione degli imballaggi in plastica, il riciclaggio – specialmente delle batterie e dei componenti elettronici – e la gestione oculata dei rifiuti. Dal 2011 Suzuki opera anche nell'ambito di Clean-up the World per migliorare la salute dei mari, un progetto che si integra con l'iniziativa Suzuki Clean Ocean Project. In Italia dal 2010 la filiale nostrana organizza "Suzuki Save the Green" invitando i suoi dipendenti a bonificare come volontari aree verdi e l'alveo di corsi d'acqua durante un fine settimana in occasione della Giornata Mondiale della Terra. Suzuki ha aderito inoltre a "M'Illumino di Meno", spegnendo le luci delle insegne e degli uffici durante l'orario di lavoro nell'ambito dell'annuale Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili. (ITALPRESS). jp/tvi/red 24-Mar-22 14:10

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Amianto, Speranza “Tre quarti del mondo ancora in ritardo”

Articolo successivo

Fedez “Scoperto un raro tumore neuroendocrino del pancreas”

0  0,00