Marevivo, la baia di Peschici ripulita da 2 quintali di rifiuti

1 minuto di lettura

BARI (ITALPRESS) – Si è svolta, nell'ambito della campagna nazionale di Marevivo "Adotta una spiaggia", la pulizia di Baia Jalillo e della spiaggia di Peschici, un tratto di litorale adottato lo scorso anno dai volontari di Marevivo grazie al sostegno di Rilastil – in collaborazione con la Lega Navale, il Comune e la Pro Loco di Peschici e la Guardia Costiera. Muniti di guanti, sacchi e rastrelli, i volontari di Marevivo Peschici coordinati da Matteo Iacovelli, i cittadini, gli operatori turistici e gli studenti della II A del Liceo Scientifico omnicomprensivo "Libetta" – accompagnati dai docenti delle aree umanistiche, scientifiche e sostegno – hanno setacciato tutto l'arenile della baia di Peschici per raccogliere i rifiuti spiaggiati. Durante l'iniziativa, sono stati rimossi due quintali di rifiuti, tra cui plastiche, microplastiche, retine per la mitilicoltura e rifiuti ingombranti come sedie a sdraio abbandonate. Se lo scorso anno, il sostegno di Rilastil ad "Adotta una spiaggia" ha permesso l'installazione di tre pannelli informativo-divulgativi sulla spiaggia, quest'anno la rinnovata collaborazione ha visto il posizionamento di tre mini isole ecologiche lungo il tratto adottato, con l'obiettivo di contribuire a sensibilizzare turisti e cittadini sull'importanza di smaltire i rifiuti differenziandoli correttamente. «Queste giornate non rappresentano solo un risultato importante dal punto di vista ambientale, ma anche uno straordinario lavoro di rete e di collaborazione fra associazioni, istituzioni, cittadini e aziende – ha dichiarato Laura Gentile, Coordinatrice nazionale di "Adotta una spiaggia" presente all'evento – La campagna "Adotta una spiaggia" è un progetto che ci sta particolarmente a cuore, proprio perché vuole sensibilizzare le persone a guardare la spiaggia non come qualcosa da sfruttare solo nei mesi estivi, ma come un complesso ambiente naturale ricco di biodiversità da tutelare tutto l'anno. Per noi di Marevivo proteggere una spiaggia significa proteggere un intero ecosistema". «I mari e la pelle sono entrambi vitali per il nostro benessere e per quello del Pianeta in cui viviamo. Come le acque ricoprono il 70% del globo, così la pelle è l'organo più esteso del corpo umano. Da sempre Rilastil si impegna a proporre uno stile di vita rispettoso dell'ambiente, grazie a formulazioni che proteggono al meglio la pelle dai raggi solari preservando l'ambiente marino – commenta Vittoria Ganassini, Responsabile Corporate Social Responsibility di Istituto Ganassini – La partnership con Marevivo Onlus contribuisce alla salute della Terra e a sensibilizzare l'opinione pubblica sui temi di sostenibilità e inquinamento delle spiagge. Per noi essere responsabili significa impegnarsi giorno dopo giorno per migliorare il nostro impatto sul Pianeta, consapevoli che ogni innovazione, dal packaging alla formula, può fare la differenza". -foto ufficio stampa Marevivo- (ITALPRESS). pc/com 27-Apr-22 16:33

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Manchester Utd, Rangnick “4^ posto? Dobbiamo essere realisti”

Articolo successivo

Energia, Tajani “Puntare anche sul nucleare”

0  0,00