Bergoglio ha ricevuto Orban: habemus punto d’incontro?

1 minuto di lettura

Sua Santità appare chiaro che abbia avuto l’intenzione di risanare l’asse Santa Sede-Budapest, notizia alquanto inattesa considerati i precedenti fra Orban e Francesco.

É ben noto a tutti infatti che fra i due Capi di Stato non sia mai corso buon sangue, soprattutto dopo la dichiarazione del Santo Padre fatta lo scorso settembre 2021 a proposito del viaggio apostolico che si sarebbe dovuto tenere di lì a poco in Ungheria. Il Pontefice affermò con sorpresa che probabilmente non avrebbe incontrato Orban, nonostante nel programma della visita, noto e concordato già da tempo, ci fosse scritto il contrario.

In fin dei conti Papa Bergoglio ha sempre avuto una visione molto diversa da quella del primo ministro Ungaro, quest’ultimo infatti considerato un sovranista ed anti europeo.

Ma l’inaspettato incontro al vertice, avvenuto tra i due lo scorso aprile 2022 a Roma, oggi lascerebbe pensare che forse, tra Bergoglio e il leader sovranista un punto d’incontro si sia trovato. Effettivamente i due hanno dialogato per circa 40 minuti su tematiche molto care ad entrambi, come ad esempio la pace; Orban ha chiesto a Bergoglio di sostenere i grandi sforzi che l’Ungheria sta facendo per cessare la guerra in Ucraina, richiesta alquanto significativa per Sua Santità, che l’ha accolta infatti con gran gioiosità.

Tempi bui e difficili attanagliano la terra, la politica mondiale è in crisi e combatte unanime per la pace in Ucraina che, purtroppo, non sembra arrivare. Tuttavia possiamo dire di aver notato un evidente cambio di rotta nei rapporti tra il Santo Padre ed il leader ungaro, chissà che questo presumibile punto d’incontro non rappresenti la luce alla fine del lungo tunnel dal quale non riusciamo ad uscire? Un bagliore di luce che ci faccia ben sperare affinché ogni governante sia in grado di dialogare in un clima di assoluta cordialità e benevolenza, per il bene delle nazioni. Innanzitutto auguriamoci che questa recente amicizia, nata tra i due Capi di Stato, sia duratura e non soltanto di facciata.

Di Francesca Pandolfi

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Venezia, Soncin “Preso 2-1 nel nostro momento migliore”

Articolo successivo

Calcio: Salernitana, Nicola “Vogliamo raggiungere il sogno”

0  0,00