Rdc, Meloni “Scandaloso dire a giovani di stare a casa dando paghetta”

1 minuto di lettura

PARMA (ITALPRESS) – "Abbiamo un problema serissimo di credibilità delle nostre istituzioni, anche per chi investe, perché in questa nazione non investe più nessuno: non ci si fida perché le regole cambiano dal giorno alla notte, perché lo Stato si prende degli impegni che poi non mantiene, perché le istituzioni sembra che facciano di tutto per fregare". Così dal palco in piazza Garibaldi a Parma, la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, a sostegno del candidato sindaco Priamo Bocchi. "Nell'Italia che sogniamo noi le Istituzioni sono parte della comunità, le istituzioni e i cittadini si prendono per mano e camminano insieme, si danno aiuto a vicenda, non come accade da noi ma come accade in tutte le altre nazioni del mondo, che aiutano le loro aziende a entrare nei mercati internazionali e difendono quelle aziende". "Io vorrei una classe politica capace di difendere l'interesse nazionale italiano. Noi abbiamo istituzioni che fanno di tutto per massacrare chi vuole lavorare in questa nazione", ha aggiunto Meloni contestando poi il reddito di cittadinanza. "Il principio del reddito di cittadinanza è sbagliato sul piano culturale per due ragioni – ha spiegato Meloni – La prima: uno Stato giusto non mette sullo stesso piano dell'assistenzialismo chi può lavorare e chi non può farlo. Uno Stato giusto si occupa di fare assistenzialismo a chi non può lavorare, ma a chi può lavorare deve garantire un posto di lavoro, la libertà e la possibilità di partecipare. E in secondo luogo perché io trovo scandaloso che uno Stato come il nostro dica a ragazzi di vent'anni di stare a casa dando la paghetta". foto: agenziafotogramma.it (ITALPRESS). xa6/fil/red 31-Mag-22 17:01

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Oroscopo di Branko: i segni al top di GIUGNO e dell’estate

Articolo successivo

Tg Sport – 31/5/2022

0  0,00