/

HYBRIDO di Caire Audrin: nuovo album per la cantautrice italiana

3 minuti di lettura

Disponibile su tutte le piattaforme Hybrido il secondo album di Claire Audrin, prodotto da Alberto Salini per Giallo Ocra: un album cosmopolita, fluido, contemporaneo, in grado di mettere in dialogo stili e sonorità differenti per un viaggio tradotto in musica in cui le emozioni, i linguaggi e gli scenari attraversati dalla giovane cantautrice si mescolano fra loro. Un incrocio di tecniche e stili, di sensazioni, pensieri e energie, attraverso 8 brani e una bonus track per raccontare storie diverse con stili diversi.

Felicità, depressione, amore, ma anche ambiente, viaggi e visioni: a partire dal singolo di debutto italiano, “Sospesa” (uscito già nel 2021), con Hybrido Claire si conferma una cantastorie contemporanea e le storie a cui dà corpo, trasformando la sua personale esperienza in narrazione condivisa, sono quelle di ragazze e ragazzi alla ricerca della libertà, alla ricerca del coraggio di esprimersi e di essere. Tante sono le storie che s’immedesimano nella sua voce, come testimonia Spotify, che la inserisce nelle playlist Equal e Scuola Indie.

Claire, infatti, si è fatta conoscere dalle strade di Londra, si è confrontata con palchi autorevoli – al fianco di artisti come Ermal Meta, Fulminacci, Leo Gassman e Gio Evan – ma anche con il vero e proprio busking, dando vita a una sua personalissima cifra stitica in cui convergono mondi ed esperienze, pubblici e ascoltatori diversi.

Questa unione di “sentire” si ritrova nel suo Hybrido, un album che già dal titolo – unendo l’espressione inglese “Hybrid” con l’italiano “Ibrido” – gioca tra suoni e linguaggi, raccontando “semplicemente” la vita di una ragazza di oggi.

Dal pop alternative di “Sospesa” e “Tra le onde” allo stile soundtrack di “Viaggio”, “Tu” e “30 milioni di secondi”, alla dimensione acustica di “Valley”, l’impronta inconfondibile del songwriting di Claire si sposa con un sound che coniuga il folk e l’elettronica. Un album che che conferma l’identità musicale dell’artista, eccellenza musicale riconosciuta grazie alla vittoria, nel 2021, del contest organizzato da Regione Lazio “LAZIOSound”, che le è valso in premio la produzione di questo stesso album.

Quasi tutti i brani provengono dalle esperienze reali vissute da Claire: “D-Dance” racconta delle ferite lasciate da una storia finita, “Sospesa” è uno sfogo e racconta di una rinascita dopo un rapporto nocivo, “Viaggio” è un percorso interiore tra i confini della felicità e della depressione, in “Tra le onde” c’è la speranza di riaccendere un amore appassito, “30 Milioni di secondi” è la presa di coscienza che dopo un grande amore si può ricominciare ad amare, “Valley” è un viaggio in terre sconosciute e il desiderio di fondersi con la natura e le sue bellezze, “Tu”, sulla stessa armonia di “Viaggio” racconta di un tradimento ed esaspera i sensi di colpa, “D-Dance (Acoustic version)” è una versione più intima della traccia 4, arrangiata con chitarra acustica, violoncello e chitarre elettriche riverberate e sognanti, infine come “Bonus Track”  c’è “You” che è la versione inglese di “Tu”.

Claire Audrin ha scoperto la musica come valvola di sfogo a soli 14 anni. La sua passione l’ha portata a sperimentare la musica in tutte le forme e, ricalcando le orme di artisti come i Måneskin ed Ed Sheeran, ad esibirsi per le strade di Londra, sperimentando nuovi suoni usando oggetti di ogni tipo. Nel 2016 Claire apre un suo canale Youtube dove realizza cover in chiave acustica, a cappella o creando le strumentali senza strumenti reali, ma realizzate con suoni di oggetti e nell’estate 2016 realizza in questo stile la cover “Sofia” insieme a Michele Bravi e lo stesso Alvaro Soler. Nel 2018 sale su un palco molto importante, come quello dell’allora vincitore del Festival di Sanremo, Ermal Meta, aprendo due suoi concerti. Nel 2021 partecipa al contest organizzato da Regione Lazio “LAZIOSound Scouting 2021” vincendo il premio della propria categoria “Songwriting Heroes” e il premio assoluto, che finanzia il suo disco in italiano. Partecipa alla finale di 1M Next 2021 con il supporto di Regione Lazio. Tra luglio e agosto 2021 apre il tour estivo di Gio Evan, una data di Fulminacci al Castello di Santa Severa e una data di Leo Gassman.

Claire si è recentemente confrontata anche con la produzione di colonne sonore con Il vecchio e la bambina, diretto da Sebastiano Rizzo con Totò Onnis, Maria Grazia Cucinotta e la piccola Giada Fortini, per il quale ha scritto e interpretato il brano “Valley” e con Questa notte parlami dell’Africa, diretto da Carolina Boco e Luca La Vopa,  con Roberta Mastromichele, Corrado Fortuna, Diane Fleri, Marlon Joubert, Maria Grazia Cucinotta, e con Neema Enock Grace, tutt’ora in lavorazione, dove sono presenti i brani  “Viaggio” e “You”

Link ascolto: li.sten.to/hybrido-claireaudrin

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Remote Working. Aidr, lo studio di Randstad, traccia il futuro del lavoro

Articolo successivo

Catania, Elena uccisa a 5 anni dalla mamma

0  0,00