/

Crimes of the future: l’ultima opera di David Cronenberg arriva al cinema (Trailer)

1 minuto di lettura
Crimes of the future di David Cronenberg

Dal 24 agosto arriva al cinema con Lucky Red Crimes of the future di David Cronenberg, di ritorno sul grande schermo dopo otto anni di assenza.  Tra i registi più amati dagli appassionati di horror e thriller, Cronenberg è tornato a far parlare di sé presentando al Festival di Cannes Crimes of the Future.

Dopo La promessa dell’assassino, A History of Violence e A Dangerous Method, ancora una volta David Cronenberg sceglie Viggo Mortensen come protagonista. Ad affiancarlo Léa Seydoux e Kristen Stewart. Crimes of the future, che prende il titolo dal suo precedente film del 1970 senza esserne il remake, segna il ritorno del regista al genere del body horror, già mostrato in film come Shivers, Rabid, The Brood e La mosca.

Un film sconvolgente ed estremo, viscerale, in cui Cronenberg torna ad esplorare l’evoluzione dell’uomo e del pianeta in relazione alla tecnologia. Una visione fuori dagli schemi, un film di fantascienza spiazzante che racchiude in sé tutti i temi, attualissimi, della filmografia dell’autore canadese.

SINOSSI

Quando la specie umana si adatta a un ambiente sintetico, il corpo subisce nuove trasformazioni e mutazioni. Con la sua compagna Caprice (Léa Seydoux), Saul Tenser (Viggo Mortensen), famoso artista e performer, mostra pubblicamente la metamorfosi dei suoi organi in spettacoli d’avanguardia. Timlin (Kristen Stewart), un investigatore del National Organ Registry, segue ossessivamente i loro movimenti, quando viene rivelato un gruppo misterioso… La loro missione: usare la notorietà di Saul per far luce sulla prossima fase dell’evoluzione umana.

GUARDA IL TRAILER!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Passerella a Philipsen, Tour de France a Vingegaard

Articolo successivo

I Cantieri dell’Immaginario 2022: staffetta danzante ai piedi del Duomo de l’Aquila

0  0,00