Azzurri pattinaggio sul tetto d’Europa, Aracu “Fiero di loro”

1 minuto di lettura

L'AQUILA (ITALPRESS) – Una spettacolare maratona chiude i campionati europei di pattinaggio corsa 2022 dell'Aquila: 164 gli atleti partecipanti, divisi in due gare differenti, riservate agli uomini e alle donne, con le categorie Junior e Senior a contendersi le medaglie nella stessa prova. Le due 42 km sono andate in scena sul percorso cittadino di viale Corrado IV. Il medagliere finale vede gli azzurri in vetta in termini di ori, con ben 25 medaglie conquistate. Mentre sono 11 le medaglie d'argento e 14 quelle di bronzo, per un bottino finale che recita 50 complessive. Abruzzesi in evidenza, con la pascarese Asja Varani del team Patt. Rolling Bosica che si aggiudica 4 titoli continentali della categoria senior, nelle prove pista della 200 m, 500 m e 3000 m americana e la 100 m nelle gare strada. Sono due i bronzi nella categoria Junior Pista per il pattinatore di Martinsicuro, Leonardo De Angelis, nella 500 m e nella 3000 m americana. "Sono orgoglioso dei risultati ottenuti dalla nostra Nazionale – ha detto il presidente FISR e World Skate, Sabatino Aracu – Vittorie che hanno una importanza rilevante perché arrivano proprio nell'anno del centenario della Federazione. Da presidente e da abruzzese per me la soddisfazione è doppia, perché queste fantastiche medaglie le conquistiamo proprio nella mia regione, a l'Aquila, con un grandissimo lavoro di tutto il team azzurro". "Nonostante le diverse difficoltà che avevano compromesso il nostro percorso di avvicinamento ai campionati europei – ha aggiunto il ct azzurro Massimiliano Presti – devo dire che è andata bene. Abbiamo portato a casa incredibili medaglie e vittorie. La gioia è tanta perché i nostri ragazzi, che seguo da anni, sono stati sempre disponibili durante le gare e hanno dato tutto, lavorando in maniera ottimale anche nei mesi precedenti a questi campionati. Con loro abbiamo sognato, interpretando delle gare che hanno donato al gruppo tantissime emozioni. L'emotività è un fattore determinante – ha sottolineato Presti – saper toccare le corde giuste è fondamentale". – Foto Italpress – (ITALPRESS). xd6/ari/com 11-Set-22 23:55

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Pallavolo. Italia campione del mondo

Articolo successivo

Garbatella IMAGES 2022_MEMORIA tra passato, presente e futuro

0  0,00