Palermo, a Villa Serena il percorso nascita è gratuito

1 minuto di lettura

PALERMO (ITALPRESS) – A Villa Serena il percorso nascita è gratuito. Nella Casa di cura palermitana, dove si effettuano oltre 1200 parti all'anno, la prestazione – estremamente complessa e attenta alla sicurezza e alle esigenze delle future mamme e dei neonati – è gratuita ed è interamente organizzata dall'Azienda. Il parto è anch'esso gratuito, ma in convenzione col Servizio Sanitario Nazionale, a meno che la futura mamma non voglia usufruire dell'ospitalità alberghiera in regime privato. Il responsabile dell'Unità funzionale di Ostetricia e Ginecologia è il professor Giuseppe Catalano. Le pazienti gravide vengono seguite in un ambulatorio gratuito, curato dalle dottoresse Roberta Lubrano e Grazia Pulizzotto, che coordinano anche l'ambulatorio per le gravidanze a rischio avvalendosi, nei casi in cui è necessario, della collaborazione di consulenti specialisti in varie discipline come per le pazienti diabetiche o affette da patologie tiroidee o cardiache e nei casi riguardanti problematiche fetali. Un altro aspetto importante è la gestione della diagnostica prenatale, coordinata dal dottor Gabriele Macaluso. Per questo viene effettuato uno screening per le malattie cromosomiche e per alcune genetiche, inoltre nei casi indicati si effettua il test del DNA fetale su sangue materno (NIPT). Questi due esami sono gli unici a pagamento. In caso di positività di questi due esami è possibile effettuare una diagnostica più invasiva come la villocentesi e l'amniocentesi, con un rimborso spese. L'ambulatorio gestisce tutte le pazienti fino alla 38^ settimana. Dopo questa data fino all'espletamento del parto, inizia un monitoraggio con l'ausilio di altre figure dell'Unità funzionale di Ostetricia e Ginecologia della Clinica. Per un parto in sicurezza, la struttura dispone di 8 culle di terapia semintensiva con prestazioni a tutti gli effetti ospedaliere, che prevedono la presenza h 24 di un medico neonatologo, di un anestesista e della guardia ostetrica. Alla nascita, il neonato sano viene ricoverato al Nido e consegnato rapidamente alla madre, che viene assistita, in particolare, per l'allattamento al seno, o in caso di patologie in Neonatologia, dove il reparto di terapia sub intensiva consente, inoltre, di ricoverare le donne gravide sin dalla 34° settimana. La cura del neonato si conclude con il controllo ecografico per la lussazione delle anche. A Villa Serena, al momento del parto, è inoltre possibile prelevare il sangue del cordone ombelicale del neonato, che contiene preziose risorse potenzialmente utili per la cura di molte patologie. Una volta prelevato, il materiale può essere donato gratuitamente ai fini solidaristici, presso una banca della Regione o conservato in forma dedicata, presso una banca accreditata a tale scopo fuori dal territorio nazionale, seguendo una procedura privata. A Villa Serena è, inoltre, attivo un ambulatorio di Ginecologia, a scelta della paziente gratuito o a pagamento, curato dalla dottoressa Maria Rao e dai dottori James Cucinella e Giovanni Pagano. Presto sarà in funzione un ambulatorio per la gravidanza fisiologica che sarà gestito prevalentemente da personale ostetrico. – foto ufficio stampa Villa Serena – (ITALPRESS). fsc/com 22-Set-22 13:13

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Letta ai 18enni “Andate a votare, è fondamentale”

Articolo successivo

Mancini “L’Italia ha entusiasmo, non sono preoccupato”

0  0,00