A ottobre i SUV Jeep 4xe sono i più venduti tra i plug-in

1 minuto di lettura

TORINO (ITALPRESS) – Anche a ottobre gli Italiani hanno premiato la tecnologia 4xe di Jeep: il marchio mantiene la leadership nel mercato "alla spina", ossia quello che comprende Battery Electric Vehicle e Plug-In Hybrid. La gamma di SUV 4xe Jeep è dunque la più venduta tra i modelli "alla spina" di ogni marca e modello. Questo successo porta la firma dei SUV Made in Italy Compass 4xe, Renegade 4xe, la vettura ricaricabile più venduta nel suo segmento, e dell'icona Wrangler 4xe. "Concludere anche il mese di ottobre con la leadership nel comparto LEV è coerente con un percorso di successo che negli ultimi tre anni ha portato il brand Jeep a evolvere sino a porsi come riferimento della transizione energetica, grazie a un grande lavoro di squadra. Abbiamo primeggiato nel full year 2021 e con continuità nell'anno in corso: Jeep è il brand leader assoluto nel mercato a basse emissioni, e come da tradizione del marchio non vogliamo fermarci. Anzi, stiamo già esplorando nuove strade per anticipare i desideri dei nostri clienti e la mobilità del futuro, in coerenza con il nostro percorso di libertà a zero emissioni". Il marchio Jeep ha infatti recentemente annunciato un piano completo per la nuova generazione di veicoli completamente elettrici nell'ambito di una trasformazione sostenibile con cui intende diventare il principale marchio mondiale di SUV elettrificati, e ha presentato al recente Salone dell'Auto di Parigi il suo primo SUV 100% elettrico: Jeep Avenger. Il primo BEV Jeep a zero emissioni esprime tutto il DNA del marchio in dimensioni compatte: eccezionali altezza da terra, angoli di attacco e di uscita con Selec-Terrain e Hill Descent Control di serie ed è già disponibile nella versione 1st Edition, un'esclusiva configurazione full-electric e completamente equipaggiata. foto: ufficio stampa Stellantis (ITALPRESS). tvi/com 03-Nov-22 15:52

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Esercitazione “Sisma dello Stretto”, Schifani “Formazione importante”

Articolo successivo

Italiani attenti al consumo di sale ma per 40% rischio cardiovascolare

0  0,00