Kate Middleton, ecco che fine ha fatto la principessa

2 minuti di lettura

Durante la serata del 22 Novembre, a Buckingham Palace, si è svolto un ricevimento in onore del presidente della Repubblica del Sudafrica Cyril Ramaphosa, in visita ufficiale a Londra. Si tratta della prima visita di Stato da monarca di Re Carlo III ed anche del primo banchetto tenuto a palazzo dopo l’ultimo precedente del 2019, quando a Londra arrivarono l’ex presidente americano Donald Trump e la moglie Melania.

L’evento, oltre ad ospitare il capo di stato Ramaphosa, ha contributo al debutto di Carlo e Camilla a re e regina consorte, e di Kate Middleton a principessa del Galles, un ruolo in cui l’ex duchessa di Cambridge ha dimostrato subito di sapersi calare, dando prova di compostezza, finezza e classe.

Difatti ad attirare maggiormente l’attenzione è stato il look della principessa, firmato Jenny Packham. L’abito total white è un modello a sirena con le maniche a mantello, lo scollo a barchetta e le spalline imbottite, impreziosite  con una cascata di perle e cristalli scintillanti.

A completare il tutto un raccolto bon-ton, clutch bag in tinta di Alexander McQueen. L’elemento che però ha reso iconico il look della principessa è senz’altro la Lover’s Knot Tiara, il diadema più amato da lady Diana, indossato dalla stessa molte volte prima di Kate.

Inoltre sembrerebbe essere il preferito anche di quest’ultima, visto che l’ha sfoggiato ben undici volte prima del banchetto per Ramaphosa. E’ quindi interessante comprendere le motivazioni che hanno strutturato la tiara di Lady D come un evergreen nei look di Kate Middleton.

Difatti  Il gioiello ha più di cento anni di storia. Fu commissionato  nel 1914 dalla regina Mary, moglie di Giorgio V, che chiese ai gioiellieri inglesi Garrard & Co una versione simile a quella appartenuta, due secoli prima, a sua nonna, la principessa Augusta di Hesse duchessa di Cambridge.

La tiara è composta da una cascata di diamanti e 19 perle pendenti, incastonate  in una coroncina in argento e oro. Il diadema è conosciuto anche come “la tiara dei nodi d’amore”, poiché quest’ultimi, secondo la tradizione, sono rappresentati dai 19 archi presenti nella tiara.

Dopo la morte della sovrana è stata ereditata da Elisabetta II, che durante molteplici eventi l’ha data in prestito alla principessa Diana, colei che ha reso il diadema uno dei più famosi della storia. Oggi a indossarla è Kate Middleton, che all’evento ufficiale ha deciso di abbinare il gioiello ad un braccialetto di perle, appartenente alla Regina Elisabetta.

Il bracciale in questione era molto amato dalla sovrana, tanto che la principessa del Galles lo ha indossato anche nel giorno dei funerali della monarca, lo scorso 8 Settembre. E’ quindi evidente come i valori che si riconducono alla tradizione inglese siano essenziali all’interno della famiglia reale ma anche al di fuori di essa. Difatti il tradizionalismo è un elemento cardine della cultura anglicana. Esso però non si pone quasi mai in contraddizione o in contrasto con lo scorrere del tempo e, l’omaggio da parte della nuova principessa di Galles nei confronti di Lady Diana e la regina Elisabetta ne è la prova.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Atletica: Maratona Firenze. Doppietta etiope con Kebebe e Baysa

Articolo successivo

Frana a Ischia, stato di emergenza e primi 2 milioni per l’isola

0  0,00