Da De Santis a Piantedosi, nuovi conservatori e nodo migranti

1 minuto di lettura
Come in una partita di Risiko, la nuova tendenza tra i conservatori sembra essere quella di spostare masse di migranti nelle terre “avversarie”.
A dare inizio al “gioco”,nel 2022, fu l’astro nascente repubblicano Ron De Santis, attuale governatore della Florida.
Decise infatti di utilizzare i migranti sudamericani arrivati per necessità in Florida, e smistarli nei vari stati “democratici” senza alcun tipo di preavviso, né per gli uni né per gli altri.
L’obiettivo di De Santis sembrerebbe essere quello di dare vita, come in una commedia, al cavallo di battaglia repubblicano in tema di immigrazione: “Se vi piacciono così tanto, perché non ve li portate a casa vostra?”.
Sicuramente una mossa politica di grande impatto, scenografica, espressione di una volontà chiara e ricca di provocazione.
Una mossa che in Italia abbiamo addirittura cercato di emulare. Dopo il fallimento del punto cardine del programma meloniano, infatti, il ministro degli interni Piantedosi ha deciso di inviare, sulla falsa riga del “metodo De Santis”, le navi delle ONG in porti governati dalla sinistra.
Nella giornata del 7 Gennaio é toccato all’Ocean Viking, approdata al porto di Ancona dopo essere stata costretta ad affrontare condizioni meteo sfavorevoli all’attracco e sicuramente pericolose per la vita delle persone a bordo.
Anche se la città di Ancona si è dimostrata pronta ed i cittadini favorevoli, viene comunque da chiedersi fino a che punto si spingerà questo gioco di potere politico.
Che il consenso sia di vitale importanza nella vita di un governo è evidente, che quello di Fratelli d’italia sarebbe stato un governo politico pure, meno evidente invece, sembra essere il limite che separa la strategia dalla follia.
Gianluigi Gazerro

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Atletico, Simeone “Accuse Gil Marin a Real? Tutti abbiamo visto”

Articolo successivo

Tinder gate: prima ti rubano il cuore, poi i soldi

0  0,00