Conduttore tv insulta deputato, arriva multa record da 3,5 milioni

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – Maxi multa da 3,5 milioni di euro al canale francese C8 di proprietà del magnate bretone Vincent Bolloré. La sanzione dell’Autorità francese Arcom è stata decisa dopo che a novembre 2022 Cyril Hanouna, il conduttore della trasmissione ‘Touche pas à mon poste’, aveva insultato pesantemente in diretta tv il deputato di La France Insoumise (il partito di Jean-Luc Mélenchon) Louis Boyard usando le parole “stupido”, “perdente”, “chiudi il becco”, “sei una mer…”. Il diverbio tra i due era nato nel corso di un dibattito sull’Ocean Viking durante il quale Boyard, che da tempo era un ospite fisso e della trasmissione, aveva attaccato proprio Bolloré.  

L’Arcom, che regola in Francia i media, in una nota ha stimato “che le affermazioni” del conduttore “hanno violato i diritti dell’invitato, il rispetto del suo onore e della sua reputazione”. Inoltre l’Autorità ha considerato “che questo episodio manifestava un’ignoranza da parte dell’editore dei suoi obblighi”. L’Arcom, inoltre, “diffida il canale televisivo a conformarsi ai suoi obblighi in merito alla correttezza e all’indipendenza dell’informazione e delle sue trasmissioni”. L’Autorità infatti “ha considerato che all’invitato era stato esplicitamente impedito di esprimersi e di dare il suo punto di vista nei confronti di un azionista del gruppo Canal+ che controlla C8 e che quindi la trasmissione non aveva garantito le condizioni che garantiscano l’indipendenza dell’informazione”. 

“Il miliardario Bolloré ha voluto censurarmi” e “hanno toccato alla sua tv” commenta Boyard in un tweet riferendosi al nome della trasmissione. 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Trump, Meta ripristina i suoi account su Fb e Instagram

Articolo successivo

A Malta volano meduse sul lungomare, le immagini sorprendenti

0  0,00