Caso Angela Celentano, attesa per dna ragazza sudamericana

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – Riserbo assoluto da parte della famiglia di Angela Celentano, la bimba scomparsa nel 1996 sul Monte Faito a Vico Equense (Napoli), nei giorni che precedono i risultati degli esami sul materiale genetico prelevato sulla 31enne sudamericana che assomiglierebbe alla figlia. “No comment”, comunica l’avvocato Luigi Ferrandino, difensore di Catello Celentano e Maria Staiano, i genitori di Angela che mai in tutti questi anni si sono arresi di fronte alla possibilità di ritrovare, ormai cresciuta, la loro figlia sparita mentre erano in gita sul Monte Faito in quell’ormai lontano 10 agosto 1996.  

La pista sudamericana è l’ultima in ordine di tempo tra quelle battute ed è anche quella che ha rinnovato la speranza della famiglia; con Angela la 31enne condividerebbe una particolare somiglianza e una voglia sulla schiena simile a quella che caratterizzava il corpo della bimba. A metà gennaio un collaboratore dello studio dell’avvocato Ferrandino ha incontrato in un Paese del Nord Europa la ragazza sospettata di essere Angela Celentano e ha proceduto al prelievo del materiale genetico, spedito poi allo studio legale a Napoli. Da qui il materiale è stato poi inviato a un laboratorio di fiducia, specializzato nell’individuazione di profili dna, dopodiché si procederà al confronto del profilo genetico della ragazza sudamericana con quello dei coniugi Celentano.  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Sanremo 2023, Salvini: “Fedez? Rai è servizio pubblico, certe scene un po’ volgarotte”

Articolo successivo

Ucraina, Oslo: “Navi nucleari russe nel Baltico”

0  0,00