Cospito, difesa chiede domiciliari per motivi di salute

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – La difesa di Alfredo Cospito, l’anarchico in sciopero della fame dal 20 ottobre scorso, ha chiesto il differimento della pena per motivi di salute da ‘espiare’ ai domiciliari a casa della sorella. Sulla richiesta dovrà esprimersi il tribunale di Sorveglianza di Milano. 

La richiesta dei difensori è stata consegnata ieri, proprio nelle ore in cui Cospito veniva trasferito dal carcere di Opera all’ospedale San Paolo a causa di un valore troppo alto del potassio che impone accertamenti medici approfonditi. Sarà il tribunale di Sorveglianza, in un’udienza collegiale ancora da fissare – potrebbe tenersi il 24 marzo prossimo -, a doversi esprimere sull’istanza. 

In quell’occasione i giudici dovranno tener conto della scelta di Cospito di non alimentarsi e le sentenze della Cassazione sono piuttosto esplicite nel considerare la scelta del detenuto di rifiutare il cibo “non un motivo valido per ottenere gli arresti domiciliari”.  

Un’altra richiesta di differimento pena ‘pende’ per Cospito davanti ai giudici del tribunale di Sorveglianza di Sassari e dovrà essere discussa il prossimo 24 marzo. 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tg News – 7/3/2023

Articolo successivo

Norgren Selects Syncron for Pricing Intelligence Driven by AI/ML for Greater Profitability

0  0,00