Servizi di ricarica Bosch contribuiscono alla mobilita elettrica

2 minuti di lettura

STOCCARDA (GERMANIA) (ITALPRESS) – Il numero di veicoli elettrici circolanti è in continuo aumento in tutto il mondo. Ma quanto è conveniente ricaricare un veicolo elettrico? Quanto tempo si impiega per trovare un punto di ricarica libero? Infine, quanto è facile pagare alla stazione di rifornimento? Le risposte a queste domande determineranno il successo della mobilità elettrica e, di conseguenza, il raggiungimento degli obiettivi per il clima. "La semplificazione del processo di ricarica dei veicoli elettrici riduce lo stress dovuto al timore di restare senza autonomia ed è un prerequisito per il diffondersi di questa tecnologia. I servizi di ricarica Bosch offrono a chi guida un'auto elettrica facile accesso a una delle reti di punti di ricarica più grandi d'Europa, in costante crescita" ha dichiarato Markus Heyn, membro del Board of Management di Bosch e Presidente del settore di business Mobility Solutions. I clienti che utilizzano i servizi di ricarica Bosch hanno già accesso a ben 450.000 punti di carica a uso pubblico in 30 Paesi europei, una delle più grandi reti di ricarica in Europa. Per la prima volta, Maserati ha reso disponibili i servizi di ricarica Bosch per il suo nuovo modello elettrico, la GranTurismo Folgore, non solo in Europa, ma anche nella regione Asia-Pacifico nel corso del 2023. I servizi di ricarica hanno un potenziale immenso. Entro il 2030, Bosch prevede che, a livello mondiale, più di un nuovo veicolo su tre sarà elettrico. In Europa potrebbero essere due su tre. Inoltre, si stima che, entro il 2035, un'auto su due di nuova immatricolazione in tutto il mondo sarà elettrica. "Nel corso di questo decennio ci aspettiamo una forte impennata del nostro business di servizi di ricarica, dal momento che all'accelerazione della diffusione della mobilità elettrica si accompagnerà la necessità di soluzioni di ricarica semplici e complete. Un dato di fatto che gioca a nostro favore" ha aggiunto Heyn. Entro la fine del decennio Bosch prevede che il business delle soluzioni di ricarica crescerà di oltre il 50% all'anno. Bosch offre soluzioni di ricarica per le auto elettriche alle case costruttrici e alle aziende. I servizi di ricarica possono essere integrati facilmente e in modo flessibile nel sistema di infotainment del costruttore, sia dal punto di vista funzionale sia visivo, assicurando che l'esperienza di guida e di ricarica siano coerenti col marchio. I servizi di ricarica Bosch, quindi, renderanno la mobilità elettrica ancora più compatibile con l'uso quotidiano. In Maserati, i servizi di ricarica Bosch saranno disponibili per la prima volta nella GranTurismo Folgore, appena presentata. Dopo essersi registrati ai servizi, i guidatori della GranTurismo Folgore possono visualizzare le informazioni relative al punto di ricarica nel sistema di navigazione e nell'app. Bastano pochi tocchi per trovare un punto di ricarica, fare il pieno e pagare. Per esempio, con l'app è facile essere guidati direttamente al punto di ricarica disponibile oppure visualizzare le informazioni su ristoranti e centri commerciali nelle vicinanze. Bosch evita anche la seccatura di consultare le tariffe dell'energia elettrica, elencando i costi e i termini di servizio che si applicano allo specifico punto di ricarica. L'addebito può avvenire automaticamente utilizzando i dati della carta di credito caricati nell'app. Bosch offre servizi anche agli operatori dei punti di ricarica. I servizi software di Bosch consentono il controllo e la gestione remota dei punti di ricarica e li integra nella rete Bosch. L'azienda stipula i contratti con gli operatori dei punti di ricarica e collega le loro stazioni alla rete. A rendere più interessante l'offerta è la consapevolezza che la rete di ricarica di Bosch si espande costantemente. Entro la metà del 2023 conterà circa 700.000 punti di ricarica in Europa, Nord America e nella regione Asia-Pacifico. "Con i nostri servizi di ricarica e la nostra rete sempre più fitta, Bosch svolgerà un ruolo decisivo per il successo della mobilità elettrica in tempi ancora più rapidi, contribuendo anche a raggiungere gli obiettivi per il clima" ha aggiunto Heyn. foto: ufficio stampa Bosch (ITALPRESS). tvi/com 21-Mar-23 11:08

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Gigi e Sveva, Pierluigi Piras: “L’unione tra agenzia funebre e floricoltura ancora vincente nel nostro mercato di riferimento”

Articolo successivo

Aviaria, studio italiano su 3 casi umani: “Non sono frutto di salto di specie”

0  0,00