Strage a L’Aquila, medico uccide l’intera famiglia e si toglie la vita

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – Avrebbe ucciso la moglie e i due figli, di cui uno disabile, e poi si sarebbe ammazzato a L’Aquila in un villino alla periferia della città. A compiere il gesto il medico Carlo Vicentini, ex primario di Urologia all’ospedale di Teramo, in pensione da circa un mese.  Sul posto la polizia con la scientifica. I corpi senza vita – sono in tutto quattro – sono stati trovati nel primo pomeriggio. E si è concretizzata, subito, l’ipotesi dell’omicidio-suicidio. Dalle prime indiscrezioni emerge che sarebbe stata proprio la grave condizione, in cui versava uno dei figli, a scatenare il dramma.  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tiffany & Co. x Pietro Terzini: la nuova collaborazione artistica che fa battere il cuore

Articolo successivo

Sanità, Cittadini (Aiop) “Da Gimbe numeri sbagliati”

0  0,00